Santuario Madonna delle Grazie (XIII sec.)

Scritto da Martedì, 12 Giugno 2012 09:11

Nella valle che da Avezzano conduce a Sora (Valle Roveto) un gran numero di borghi e paesi sorgono lungo le pendici delle montagne. Fra questi il piccolo abitato di Roccavivi il più nuovo paese che ha una discendenza antica. L'antico paese di Roccavivi era il più piccolo paese di Roccavecchia un abitato del XIII secolo.

Secondo la tradizione popolare (ma anche secondo più recenti testimonianze storiche) il borgo di Roccavecchia fu spazzato via da una valanga in data 8 Febbraio 1616. Dell'antico abitato rimangono ormai solo le macerie delle fondamenta e delle mura che costituivano le case. Solo il piccolo santuario è stato ricostruito e qui vi si venera con grande devozione la Madonna delle Grazie.

Il luogo è davvero affascinante e tenuto con grande cura. Vi si accede grazie ad una scalinata di pietre che in primavera viene tenuta sempre fiorita.

Il panorama si affaccia sulla valle Roveto e sulla lunga cresta di Serralunga. Un luogo di sensazioni delicate, ma di una spiritualità profonda. All'escursionista ma soprattutto al pellegrino suggeriamo di recarvisi a piedi piuttosto che in automobile benché non sia vietato ma solo per non infrangere quel delicato equilibrio di silenzi e spiritualità presente al santuario.

L'alternativa è quella di fermarsi al fontanile con l'auto e percorrere l'ultimo tratto a piedi. Da effettuarsi a piedi sono 4,5 km circa per un dislivello di 320 metri. In questo caso si può percorrere la sterrata anche con bambini e giovani escursionisti.

Può risultare un curioso percorso escursionistico nonché profondo e vero percorso di fede.