Racchette da neve o ciaspole (Parte I)

Scritto da Elena Cardellicchio Mercoledì, 13 Giugno 2012 13:27

L’uso delle racchette da neve ci consente di affrontare percorsi in ambiente invernale. L’utilizzo è semplice e non è necessaria una particolare preparazione fisica, ma ciò non deve trarci in inganno e sottovalutare i rischi della montagna.

Definizione: ciaspole, ciaspe o racchette da neve, sono un particolare strumento che va indossato sotto gli scarponi per il trekking invernale, utili a facilitare il cammino su terreno innevato.

Storia ed uso delle ciaspole

Le racchette da neve nascono in ambiente montano (le prime tracce sono in area siberiana) dove i cacciatori e contadini avevano l’esigenza di spostarsi durante i lunghi mesi invernali, quando la coltre di neve ricopriva completamente sentieri e strade battute. I primi rudimentali esemplari erano pesanti ed ingombranti, fatti di legno, cuoio e corde. Con il passare degli anni, le vie di comunicazione sono migliorate e il progresso tecnologico ha portato nuovi mezzi in grado di muoversi sulla neve, mandando in disuso le ciaspole.

L'adozione delle racchette da neve è stata riscoperta negli ultimi anni come alternativa alle varie attività sportive di montagna. Oggi i modelli in commercio, hanno caratteristiche tecniche estremamente avanzate (leggerezza, resistenza, capacità di galleggiamento, rapidità d’utilizzo).

Tipi di Ciaspole

Esistono vari tipi di ciaspole. Per rigore sistematico possiamo dire che n’esistono tre tipi differenti: a fagiolo, canadesi e moderne. Va detto però che questa catalogazione sistematica è puramente ideale, ma riesce a rappresentare correttamente l'evoluzione delle ciaspole nel corso della storia.

Racchetta da neve fagiolo: sono il modello di prima concezione, probabilmente non se ne trovano più in commercio. Si tratta di racchette costituite da un’intelaiatura ovale (appunto a forma di fagiolo), di legno o d’alluminio nella quale sono inseriti dei cordini intrecciati fra loro a formare una rete. Questa rete si fissa al piede tramite lacci e fettucce.

Racchetta da neve canadese: molto più lunghe rispetto alle racchette da neve a fagiolo le racchette canadesi spesso sono dotate di una lunga coda. Grazie proprio alla loro forma sono ottime per nevi profonde e meno adatte a percorsi ripidi con neve dura. Sono disponibili con vari sistemi di fissaggio.

Moderni modelli di racchette da neve: hanno diverse forme, in linea di massima, intermedie tra le due precedenti. Sono realizzate in plastica e alluminio con il vantaggio d’essere leggere e robuste insieme. Hanno diverse soluzioni d’attacco e di solito hanno una piccola ramponatura al di sotto per migliorare la presa anche su percorsi più ripidi, traversi e neve ghiacciata. Quasi tutti i modelli sono dotati di snodo che permettono di tenere la racchetta completamente aderente alla suola dello scarpone, oppure di lasciare libero movimento alla ciaspola.

Letto 5379 volte Ultima modifica il Mercoledì, 13 Giugno 2012 13:28