Serra di Celano (1921m) da Ovindoli per il Rifugio "La Serra"

Scritto da Venerdì, 18 Ottobre 2013 13:46

Premessa: Salita che percorre la cresta orientale della Serra di Celano salendo dal suo versante più morbido e graduale. Questo versante è un po' spoglio e durante la stagione estiva si riempie di erbe alte. Affaccio interessante ma non spettacolare sul Monte Etra.
Caratteristiche del tracciato:  Nessuna struttura, il Rifugio La Serra è chiuso e disabitato. Sentiero poco mantenuto e segnaletica vecchia. Specie nella parte bassa del sentiero. Più spettacolare nella sua parte alta il panorama e il sentiero.

Informazioni aggiuntive

  • Come Arrivare:

    Da Roma e da Pescara, si percorre l'autostrada dei Parchi (A24) fino al casello di Celano, si sale a Celano attraversando il paese quindi si sale a Ovindoli. Invece di entrare nel paese vecchio di Ovindoli, si attraversa il pese in direzione Rovere. Appena usciti da Ovindoli una grande rotonda, si gira la prima uscita a destra. Dopo un centinaio di metri si trova un bivio. Si imbocca una strada asfaltata sulla destra con cartello stradale “Rifugio La Serra” si prosegue fino ad un curva a gomito. Qui si individua sulla sinistra una sterrata bianca, la si risale fino ad una sbarra. Qui si lascia l'auto. (Molti proseguono con la macchina fino al Rifugio) Se l'intento è quello di camminare meglio partire dalla sbarra.

    Da L'Aquila si imbocca la SS696 in località San Cipriano per percorrere l'altopiano delle Rocche. Qui si prosegue fino a Rovere. Si attraversa il pesello in direzione di Ovindoli, giunti all rotonda si gira alla 3 uscita della rotonda. Dopo un centinaio di metri si trova un bivio... come sopra....

  • Descrizione Percorso:

    L'itinerario non è difficile da individuare anche se la segnaletica è davvero mal messa. Si percorre la sterrata bianca fino ai due fontanili (uno attivo l'altro spento). All'altezza del secondo fontanile si gira a sinistra per guadagnare i pratoni sui quali troviamo un gran numero di cespugli di rosa canina.
    Dai pratoni individuamo verso l'alto la cresta della Serra di Celano, più in basso le lunghe dorsali che da questa scendono. Davanti a noi tentiamo di prendere la dorsale più evidente.
    Questa dorsale si riunirà alla cresta della Serra di Celano. Sul suo margine sinistro della dorsale rocciosa un ampio vallone pieno di alberi. Suggestivo. Seguiamo la dorsale fino ad intercettare la parte alta della cresta. Seguiamo la cresta fino ad individuare il sentiero che proviene dal Rifugio la Serra. Qui compare la segnaletica molto vecchia. Saliamo per prati erbosi, in autunno pieni di funghi.
    Ci affacciamo dalla cresta per osservare il panorama sul Sirente e il Monte Etra. Poco visibili le Gole di Celano, la sensazione di precipizio non è così forte. La cresta della serra si fa più rocciosa. Bolli da prima Bianco-Rossi diventano Giallo-Rossi ci conducono per facili passaggini fino alla vetta sulla quale troviamo due croci di cui una molto imponente.
    La Serra di Celano è certamente un'escursione piacevole da potersi fare anche con i bambini.

    L'itinerario non è difficile da individuare anche se la segnaletica è davvero mal messa. Si percorre la sterrata bianca fino ai due fontanili (uno attivo l'altro spento). All'altezza del secondo fontanile si gira a sinistra per guadagnare i pratoni sui quali troviamo un gran numero di cespugli di rosa canina.

    Dai pratoni individuamo verso l'alto la cresta della Serra di Celano, più in basso le lunghe dorsali che da questa scendono. Davanti a noi tentiamo di prendere la dorsale più evidente.

    Questa dorsale si riunirà alla cresta della Serra di Celano. Sul suo margine sinistro della dorsale rocciosa un ampio vallone pieno di alberi. Suggestivo. Seguiamo la dorsale fino ad intercettare la parte alta della cresta. Seguiamo la cresta fino ad individuare il sentiero che proviene dal Rifugio la Serra. Qui compare la segnaletica molto vecchia. Saliamo per prati erbosi, in autunno pieni di funghi.

    Ci affacciamo dalla cresta per osservare il panorama sul Sirente e il Monte Etra. Poco visibili le Gole di Celano, la sensazione di precipizio non è così forte. La cresta della serra si fa più rocciosa. Bolli da prima Bianco-Rossi diventano Giallo-Rossi ci conducono per facili passaggini fino alla vetta sulla quale troviamo due croci di cui una molto imponente.

     

    Per la discesa invece possiamo scendere per la sterrata che passa molto vicino al Rifugio La Serra. Si seguono i bollini bianco rossi fino alla sterrata poi si segue la sterrata fino alla macchina.

    La Serra di Celano è certamente un'escursione piacevole da potersi fare anche con i bambini.

  • Varianti e Alternative:

    Per la discesa, invece di tornare dalla stessa via, possiamo scendere per la sterrata che passa molto vicino al Rifugio La Serra. Si seguono i bollini bianco rossi fino alla sterrata poi si segue la sterrata fino alla macchina.

  • Tipo di Percorso: Escursionistico
  • Tipo di Tracciato: Antata e Ritorno
  • Difficoltà: E- = Escursionisti -
  • Note su Impegno e Difficoltà: Impegno modesto e graduale per un percorso all'altezza di adulti poco allenati e bambini. Un solo passaggino su roccia nel quale è utile farsi equilibrio con le mani.
  • Adatto ai Bambini: Fascia 8-10 anni
  • Tempo Totale Escursione (ore e minuti): 5
  • Lunghezza (Chilometri): 10
  • Dislivello Lineare: 500
  • Dislivello Totale Percorso (metri): 520
  • Cime o Quote Raggiunte: Serra di Celano (1921m) e le sue 3 panoramiche anticime.
  • Luoghi Particolari:

    Cresta Orientale e il suo affaccio sul Monte Etra, il Monte Sirente e le Gole di Celano.

    La grotta artificiale sotto la vetta nota come Grotta Prosia (Fonte: www.lupidelgransasso.it).

  • Centri Visita e Strutture Ricettive:

    -

  • Condizioni della Segnaletica: Segnaletica ormai molto sbiadita su sassi. Non necessaria per un itinerario comunque intuibile e di facile esecuzione.
  • Bibliografia:

    Relazione de: "I Montagnini"

  • Previsioni Meteo della Zona:
  • Mappa del Percorso:
    Visualizza Escursione alla Serra di Celano in una mappa di dimensioni maggiori
Letto 7900 volte Ultima modifica il Venerdì, 18 Ottobre 2013 15:26
Giorgio Carrozzini

Consulente Web, Webmaster, nella costruzione di siti web di ogni dimensione ed importanza. Per passione gestore di numerosi siti di montagna. Giorgio ama andare in montagna esplorando el numerose possibilità fuori e dentro di se... questo è il suo Blog!

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.