Colle del Bicchero dalla Valle Majelama (ex Majellama) da Forme

Scritto da Martedì, 08 Gennaio 2013 14:11

Premessa: Un percorso che si snoda nel fondo lungo e a tratti monotono della Valle Majellama. L'aspetto delle rocce e dei precipizi non è così spettacolare come in altre forre dell'appennino. Sicuramente merita la visita in ambiente invernale dove la neve rende più suggestivo il panorama nella parte alta della Valle.

Caratteristiche del tracciato:  Sentiero ottimamente segnato sia salendo che scendendo. Si nota l'ottima manutenzione dei segnavia posizionati ad oc in modo da risaltare anche quando il terreno è innevato.

Vietato l'accesso alla valle dal 15 Febbraio al 15 Agosto.

Informazioni aggiuntive

  • Come Arrivare: Sulla Autostrada A25 da Roma o da Pescara si esce al casello di Magliano dei Marsi, si attraversa Magliano dei Marsi in direzione di Ovindoli, si seguono le indicazioni per Forme. A Forme all'altezza di una piazzetta sulla sinistra si individua il cartello escursionistico e una scritta “ristorante”. Quindi si prosegue fuori dall'abitato su strada asfaltata. Si parcheggia alla fine della strada asfaltata. L'ultimo chilometro si percorre su strada sterrata a piedi. All'altezza di una curva a gomito molto ampia si intercetta il sentiero che si inerpica nella valle.
  • Descrizione Percorso:

    Dal parcheggio dell'auto si sale il colle antistante la strada subito si intercetta il sentiero che conduce nella Valle Majellama. Il primo tratto della valle si percorre attraverso un basso bosco di arbusti poco sviluppati. La valle nel primo tratto è molto incassata quindi lentamente si apre lasciando spazio ad una vista più ampia. Il panorama non è particolarmente suggestivo. Si rimane chiusi nel fondo della valle per il 95% del percorso. I segnavia sono chiarissimi e seguendo il fondo della valle non è possibile sbagliare. Ci si muove fino alla sella prossima al Colle del Bicchero. Qui si esce, finalmente, all'aperto potendo osservare il panorama sulla sottostante Val di Teve e il Vallone dei Briganti. Si curva verso sud. Dopo l'ultimo breve tratto in salita si giunge alla cima del Colle del Bicchero dove sta ad attenderci un omino di pietre.
    Meraviglioso (ma solo qui) il panorama sul versante nord del Velino reso ancora più suggestivo per chi voglia salire al Bicchero in inverno.

  • Varianti e Alternative:

    Dalla cima del Bicchero è possibile arrivare rapidamente a Punta Trendo e Punta Trieste.

  • Tipo di Percorso: Escursionistico
  • Tipo di Tracciato: Antata e Ritorno
  • Difficoltà: EE- = Escursionisti Esperti -
  • Note su Impegno e Difficoltà: Il livello di difficoltà EE viene attribuito soprattutto per il dislivello. Nessun difficoltà tecnica e di orientamento. Impegno notevole in inverno per la presenza di grandi quantità di neve riportata.
  • Adatto ai Bambini: Non Adatto ai Bambini
  • Tempo Totale Escursione (ore e minuti): 5.30
  • Lunghezza (Chilometri): 12
  • Dislivello Lineare: 1090
  • Dislivello Totale Percorso (metri): 1090
  • Cime o Quote Raggiunte: Colle del Bicchero (2161 m).
  • Luoghi Particolari:

    Il colle del Bicchero è in effetti il punto più interessante di tutta l'escursione.

  • Centri Visita e Strutture Ricettive: Rifugio Casale da Monte.
  • Condizioni della Segnaletica: Sentiero ottimamente segnato sia salendo che scendendo. Si nota l'ottima manutenzione dei segnavia posizionati ad oc in modo da risaltare anche quando il terreno è innevato.
  • Bibliografia: -
  • Previsioni Meteo della Zona:
  • Mappa del Percorso:
    Visualizza Colle del Bicchero per la Valle Majellama in una mappa di dimensioni maggiori
Letto 5076 volte Ultima modifica il Giovedì, 31 Gennaio 2013 19:52
Giorgio Carrozzini

Consulente Web, Webmaster, nella costruzione di siti web di ogni dimensione ed importanza. Per passione gestore di numerosi siti di montagna. Giorgio ama andare in montagna esplorando el numerose possibilità fuori e dentro di se... questo è il suo Blog!

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.