slideshow_inverno_001
slideshow_inverno_002
slideshow_inverno_003

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa estesa sui Cookie

I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell’erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle finalità di installazione dei Cookie potrebbero, inoltre, necessitare del consenso dell'Utente.

Cookie tecnici e di statistica aggregata

I Cookie tecnici hanno la funzione di permettere lo svolgimento di attività strettamente legate al funzionamento di questo spazio online. I Cookie tecnici utilizzati dal Titolare possono essere suddivisi nelle seguenti sottocategorie:
Cookie di navigazione, per mezzo dei quali si possono salvare le preferenze di navigazione ed ottimizzare l’esperienza di navigazione dell’Utente;
Cookie così detti “analytics”, per mezzo dei quali si acquisiscono informazioni statistiche in merito alle modalità di navigazione degli Utenti. Tali informazioni sono trattate in forma aggregata ed anonima;
Cookie di funzionalità, anche di terze parti, utilizzati per attivare specifiche funzionalità di questo spazio online e necessari ad erogare il servizio o migliorarlo.
Tali Cookie non necessitano del preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.

Altre tipologie di Cookie o strumenti terzi che potrebbero farne utilizzo

Alcuni dei servizi elencati di seguito potrebbero non richiedere il consenso dell'Utente o potrebbero essere gestiti direttamente dal titolare – a seconda di quanto descritto – senza l'ausilio di terzi.
Qualora fra gli strumenti indicati in seguito fossero presenti servizi gestiti da terzi, questi potrebbero – in aggiunta a quanto specificato ed anche all’insaputa del Titolare – compiere attività di tracciamento dell’Utente. Per informazioni dettagliate in merito, si consiglia di consultare le privacy policy dei servizi elencati.

  • Commento dei contenuti
  • Interazione con social network e piattaforme esterne
  • Pubblicità
  • Remarketing e Behavioral Targeting
  • Statistica

Widget

Questo servizio permette di effettuare interazioni con questo spazio online direttamente dalle piattaforme esterne su cui è installato. L’installazione del servizio potrebbe comportare l’ulteriore installazione di strumenti di Google Analytics con IP anonimizzato. Per ulteriori informazioni in merito a Google Analytics si rinvia all’apposita sezione del presente documento.

Utilizzo da parte di minori

Gli Utenti dichiarano di essere maggiorenni secondo la legislazione loro applicabile. I minorenni possono utilizzare questo spazio online solo con l’assistenza di un genitore o di un tutore.

Come posso controllare l'installazione di Cookie?

In aggiunta a quanto indicato in questo documento, l'Utente può gestire le preferenze relative ai Cookie direttamente all'interno del proprio browser ed impedire – ad esempio – che terze parti possano installarne. Tramite le preferenze del browser è inoltre possibile eliminare i Cookie installati in passato, incluso il Cookie in cui venga eventualmente salvato il consenso all'installazione di Cookie da parte di questo sito. È importante notare che disabilitando tutti i Cookie, il funzionamento di questo sito potrebbe essere compromesso. Puoi trovare informazioni su come gestire i Cookie nel tuo browser ai seguenti indirizzi: Google Chrome, Mozilla Firefox, Apple Safari and Microsoft Windows Explorer.
In caso di servizi erogati da terze parti, l'Utente può inoltre esercitare il proprio diritto ad opporsi al tracciamento informandosi tramite la privacy policy della terza parte, tramite il link di Opt-Out se esplicitamente fornito o contattando direttamente la stessa.
Fermo restando quanto precede, il Titolare informa che l’Utente può avvalersi di Your Online Choices. Attraverso tale servizio è possibile gestire le preferenze di tracciamento della maggior parte degli strumenti pubblicitari. Il Titolare, pertanto, consiglia agli Utenti di utilizzare tale risorsa in aggiunta alle informazioni fornite dal presente documento.

Titolare del Trattamento dei Dati

Carrozzini Giorgio

P.IVA 11280041002 - C.F. CRRGRG72L05H501C
Via Umberto Giordano, 70 – 00124 Roma - Tel. 06.50.91.42.91

Dal momento che l'installazione di Cookie e di altri sistemi di tracciamento operata da terze parti tramite i servizi utilizzati all'interno di questo spazio online non può essere tecnicamente controllata dal Titolare, ogni riferimento specifico a Cookie e sistemi di tracciamento installati da terze parti è da considerarsi indicativo. Per ottenere informazioni complete, consulta la privacy policy degli eventuali servizi terzi elencati in questo documento.
Vista l'oggettiva complessità legata all'identificazione delle tecnologie basate sui Cookie ed alla loro integrazione molto stretta con il funzionamento del web, l'Utente è invitato a contattare il Titolare qualora volesse ricevere qualunque approfondimento relativo all'utilizzo dei Cookie stessi e ad eventuali utilizzi degli stessi – ad esempio ad opera di terzi – effettuati tramite questo sito.
Il presente documento si riferisce a tutti gli spazi online (siti, piattaforme, strumenti internet, etc) di proprietà del Titolare. Per ottenere ulteriori informazioni in merito agli strumenti relativi ad uno specifico spazio, l’Utente è pregato di contattare il Titolare ai riferimenti forniti nel presente documento.

Ultima modifica: 30 Maggio 2015

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 74

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 62

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 64

Mercoledì, 14 Dicembre 2011 10:12

Monte Crepacuore col Cardiologo

Scritto da 
Vota questo articolo
(2 Voti)

Escursione al Monte Crepacuore - Monti ErniciMercoledì 14 Dicembre 2011

I Monti Ernici raggiungono a malapena i 2000 metri non per questo sembrano essere privi di interesse. Per gli escursionisti del centro Italia, in particolare per i romani sono un gruppo di montagna facile da raggiungere e non troppo impegnativi dal punto di vista fisico.

Campo Catino si trova ad una quota di circa 1800 metri, altitudine che incide notevolmente se si pensa che il dislivello lineare con la cima più alta non supera i 250 metri di dislivello. Tale dislivello abbastanza modesto permette anche ai giovani escursionisti bambini dai 8 anni in su di conquistare, con un po' di pazienza cime come lo stesso Monte Crepacuore o Monte La Monna.

Per i camminatori più incalliti incatenare La Monna con il Crepacuore può essere un'escursione impegnativa dal punto di vista delle distanze da percorrere ma non sotto il profilo del dislivello.

Drago è un escursionista incallito. Lui si definisce un Jolly, esce un po' con tutti i gruppi escursionistici dell'Appennino, ci si incontra numerose volte su tale o tal altro forum fin quando finalmente non riusciamo ad organizzare un'uscita insieme. Anzi, il merito è tutto di Drago che nel suo modo espansivo riesce a coinvolgere una gran numero di amici. Per questa escursione siamo in cinque. Mr Spit, Oracolo, Drago e altri due amici Francesco e Daniele.

Arriviamo a Campo Catino intorno alle 8.00 siamo tutti carichi della voglia di camminare e anche di conoscerci reciprocamente. Il primo approccio a Campo Catino è negativo, l'incuria e il degrado della zona è tipico delle stazioni sciistiche del centro Appennino. Mi predispongo mentalmente a non farmi rovinare la giornata da considerazioni ambiental-ecologiste sperando che questa montagna, come altre, mi riservi qualche sorpresa.

Lasciamo l'auto in prossimità di un edificio rosso mattone, non è il punto ideale per cominciare l'escursione ma questo è il bello dell'avventura... improvvisare la dove non si conosce il territorio.
Ci lanciamo lungo un sentiero che scende troppo ripidamente. Ci fermiamo e riconsideriamo la possibilità di salire in cresta per osservare la montagna dall'alto e fare una valutazione complessiva del territorio e del percorso.

Non piacciono a nessuno le pettate, neppure alle mie ginocchia eppure c'è un fascino particolare nel salire direttamente la montagna magari usando mani e piedi … in inglese di parlerebbe di “scrambling”. Finalmente in cresta ci è tutto più chiaro, dopo aver individuato il Crepacuore riusciamo ad immaginare un percorso abbastanza preciso.

In autunno, quando la montagna è arida e priva di colore e di contrasti è difficile fare una stima delle distanze. In assenza di contrasti forti sembra che le montagne siano schiacciate le une sulle altre. Il Crepacuore sembra essere molto vicino. In un primo momento provo una strana delusione. Immaginavo questo territorio più complesso. Dalla cresta decidiamo di non salire ogni cima ma di muoverci lungo le linee di livello della montagna che sembrano portarci dritti al Crepacuore.
Falso, superato un ampio vallone sovrastato da tre alte torri ci ritroviamo su una sella che si apre su pesaggi nuovi. La prima impressione viene subito completamente ribaltata. Dietro alle creste si nasconde un versante ancora abbastanza selvaggio e poco antropizzato.

Ci sono sentieri ovunque, è vero, ma la vegetazione la fa da padrona, la faggeta sale fino a quota 1800 metri ed i versanti rocciosi delle Montagne sono paesaggisticamente interessanti.

Le dimensioni delle torri e delle cime circostanti è ovviamente proporzionata alle quote, non stiamo parlando di bastioni inaccessibili. E' vero però che l'aspetto estetico è decisamente gradevole.
Anche Drago rimane stupito di questo versante. Dopo una breve permanenza alla sella ripartiamo alla volta del Crepacuore.
Il sentiero è tracciato e ben visibile, la segnaletica evidente e la cartellonistica presente nuova come appena predisposta. Ci sono pochi rischi di perdersi  anche in caso di nebbia il sentiero è ben visibile. Come sempre in caso di copertura nevosa, invece, il rischio di perdersi è il medesimo che in altri posti.

Ce la prendiamo con molta calma, tutti sembrano muoversi all'unisono e con lo stesso passo. Nonostante tutto procediamo con costanza e in appena due ore e mezza siamo in vetta al Crepacuore. Il luogo è molto interessante, immerso in un'area geografica decisamente poco accessibile (se non da Meta o da Campo Catino) risulta godere di un paesaggio davvero curioso.
Il Monte Viglio non appare particolarmente elegante, il suo profilo migliore è certamente quello nord orientale. E' vero invece che dal Crepacuore è possibile osservare  il Pizzo Deta ed il Monte Passeggio in modo molto ravvicinato e allo stesso tempo con una panoramica ampia e interessante.

La mia fantasia vola subito alle escursioni invernali quando il territorio e l'ambiente assumono un aspetto completamente diverso. Immagino le luci e i contrasti della montagna innevata, delle balze rocciose ricoperte di neve. Sono letteralmente folgorato dal panorama  che si gode al Monte Crepacuore e già sogno di tornarci in un'escursione invernale. Quello che mi entusiasma è l'idea che si possa raggiungere un luogo così interessante con non molto impegno fisico.

In vetta c'è un vento gelido che ci congela il sudore sulla pelle, per una pausa di ristoro (acqua e panino) decidiamo di scendere poco più in basso e trovare un riparo dal vento per goderci il timido sole invernale. Il meteo  ci sta miracolosamente regalando una giornata di cielo terso e azzurro come non ce lo saremmo mai aspettato.

Il ritorno pressoché per la stessa via non ci regala altre importanti sorprese, mi lascia piuttosto la speranza di tornarci per conquistare la cima della Monna che dicono essere anch'essa molto interessante.

L'escursione si chiude intorno all'una, forse troppo presto per la mia grande sete di avventura chem i pervade e per il desiderio di catarsi del buon Oracolo che da tempo andava cercando un'escursione un po' più impegnativa. Ma siamo felici comunque tutto sommato la stagione non è delle migliori e strappare un'altra giornata di escursioni alle bizze di un clima impazzito è già molto di guadagnato.

La stagione invernale tarda ad iniziare, riprendere a camminare per trovare la giusta strada è sempre un momento particolare. Come in tutte le cose bisogna sempre iniziare dal basso.

Informazioni aggiuntive

Letto 3975 volte Ultima modifica il Giovedì, 23 Agosto 2012 11:39
Giorgio Carrozzini

Consulente Web, Webmaster, esperto in siti web per odontoiatri. Per passione gestore di numerosi siti di montagna. Giorgio ama andare in montagna esplorando el numerose possibilità fuori e dentro di se... questo è il suo Blog!

http://plus.google.com/106984534904409006161

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

3 commenti

  • Link al commento Maurizio Franciosi Mercoledì, 14 Dicembre 2011 14:30 inviato da Maurizio Franciosi

    Complimenti Giorgio, mi hai rifatto rivivere una bella giornata trascorsa in allegra compagnia, in una montagna così vicina che con i suoi 1997 mt non ha nulla da invidiare alle altre in quanto a vedute e paesaggi, ma sicuramente è accessibile a tutti coloro che si volgiono avvicinare alla montagna.......

  • Link al commento Giorgio Carrozzini Mercoledì, 14 Dicembre 2011 14:03 inviato da Giorgio Carrozzini

    Non ho bisogno di salire sulla croce... sono già alto abbastanza da aumentare il numero delle cime da 241 a 260 almeno.. eheheh!
    Così praticamente divento l'unico Appenninista che ha un numero superiore a quello di tutti gli altri. Perché sono uno dei più alti... a parte Alberto Osti che mi mette un po' in difficoltà...

  • Link al commento Massimiliano Cecilia Mercoledì, 14 Dicembre 2011 11:13 inviato da Massimiliano Cecilia

    Ma sei salito sulla croce per fare 2000 ? Ahahahahahahah
    Max

Devi effettuare il login per inviare commenti

Iscrizione Newsletters