slideshow_inverno_001
slideshow_inverno_002
slideshow_inverno_003

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa estesa sui Cookie

I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell’erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle finalità di installazione dei Cookie potrebbero, inoltre, necessitare del consenso dell'Utente.

Cookie tecnici e di statistica aggregata

I Cookie tecnici hanno la funzione di permettere lo svolgimento di attività strettamente legate al funzionamento di questo spazio online. I Cookie tecnici utilizzati dal Titolare possono essere suddivisi nelle seguenti sottocategorie:
Cookie di navigazione, per mezzo dei quali si possono salvare le preferenze di navigazione ed ottimizzare l’esperienza di navigazione dell’Utente;
Cookie così detti “analytics”, per mezzo dei quali si acquisiscono informazioni statistiche in merito alle modalità di navigazione degli Utenti. Tali informazioni sono trattate in forma aggregata ed anonima;
Cookie di funzionalità, anche di terze parti, utilizzati per attivare specifiche funzionalità di questo spazio online e necessari ad erogare il servizio o migliorarlo.
Tali Cookie non necessitano del preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.

Altre tipologie di Cookie o strumenti terzi che potrebbero farne utilizzo

Alcuni dei servizi elencati di seguito potrebbero non richiedere il consenso dell'Utente o potrebbero essere gestiti direttamente dal titolare – a seconda di quanto descritto – senza l'ausilio di terzi.
Qualora fra gli strumenti indicati in seguito fossero presenti servizi gestiti da terzi, questi potrebbero – in aggiunta a quanto specificato ed anche all’insaputa del Titolare – compiere attività di tracciamento dell’Utente. Per informazioni dettagliate in merito, si consiglia di consultare le privacy policy dei servizi elencati.

  • Commento dei contenuti
  • Interazione con social network e piattaforme esterne
  • Pubblicità
  • Remarketing e Behavioral Targeting
  • Statistica

Widget

Questo servizio permette di effettuare interazioni con questo spazio online direttamente dalle piattaforme esterne su cui è installato. L’installazione del servizio potrebbe comportare l’ulteriore installazione di strumenti di Google Analytics con IP anonimizzato. Per ulteriori informazioni in merito a Google Analytics si rinvia all’apposita sezione del presente documento.

Utilizzo da parte di minori

Gli Utenti dichiarano di essere maggiorenni secondo la legislazione loro applicabile. I minorenni possono utilizzare questo spazio online solo con l’assistenza di un genitore o di un tutore.

Come posso controllare l'installazione di Cookie?

In aggiunta a quanto indicato in questo documento, l'Utente può gestire le preferenze relative ai Cookie direttamente all'interno del proprio browser ed impedire – ad esempio – che terze parti possano installarne. Tramite le preferenze del browser è inoltre possibile eliminare i Cookie installati in passato, incluso il Cookie in cui venga eventualmente salvato il consenso all'installazione di Cookie da parte di questo sito. È importante notare che disabilitando tutti i Cookie, il funzionamento di questo sito potrebbe essere compromesso. Puoi trovare informazioni su come gestire i Cookie nel tuo browser ai seguenti indirizzi: Google Chrome, Mozilla Firefox, Apple Safari and Microsoft Windows Explorer.
In caso di servizi erogati da terze parti, l'Utente può inoltre esercitare il proprio diritto ad opporsi al tracciamento informandosi tramite la privacy policy della terza parte, tramite il link di Opt-Out se esplicitamente fornito o contattando direttamente la stessa.
Fermo restando quanto precede, il Titolare informa che l’Utente può avvalersi di Your Online Choices. Attraverso tale servizio è possibile gestire le preferenze di tracciamento della maggior parte degli strumenti pubblicitari. Il Titolare, pertanto, consiglia agli Utenti di utilizzare tale risorsa in aggiunta alle informazioni fornite dal presente documento.

Titolare del Trattamento dei Dati

Carrozzini Giorgio

P.IVA 11280041002 - C.F. CRRGRG72L05H501C
Via Umberto Giordano, 70 – 00124 Roma - Tel. 06.50.91.42.91

Dal momento che l'installazione di Cookie e di altri sistemi di tracciamento operata da terze parti tramite i servizi utilizzati all'interno di questo spazio online non può essere tecnicamente controllata dal Titolare, ogni riferimento specifico a Cookie e sistemi di tracciamento installati da terze parti è da considerarsi indicativo. Per ottenere informazioni complete, consulta la privacy policy degli eventuali servizi terzi elencati in questo documento.
Vista l'oggettiva complessità legata all'identificazione delle tecnologie basate sui Cookie ed alla loro integrazione molto stretta con il funzionamento del web, l'Utente è invitato a contattare il Titolare qualora volesse ricevere qualunque approfondimento relativo all'utilizzo dei Cookie stessi e ad eventuali utilizzi degli stessi – ad esempio ad opera di terzi – effettuati tramite questo sito.
Il presente documento si riferisce a tutti gli spazi online (siti, piattaforme, strumenti internet, etc) di proprietà del Titolare. Per ottenere ulteriori informazioni in merito agli strumenti relativi ad uno specifico spazio, l’Utente è pregato di contattare il Titolare ai riferimenti forniti nel presente documento.

Ultima modifica: 30 Maggio 2015

Lunedì, 14 Maggio 2012 10:15

Luci ed Ombre sul Gran Sasso

Scritto da 
Vota questo articolo
(4 Voti)

“Sei più arrabbiata con te stessa o con me che ti ho detto che sei ingrassata?”

Sono duro a volte con mia moglie, ma la amo perché sopporta uno come me che parla diretto. Ripenso a quella frase mentre scendo dalla montagna. Il Corno Piccolo per la Via Sivitilli oggi aspettava solo me. Il sole splende, la neve nei canali è perfetta, le amicizie sono ottime, gli istruttori straordinari.

Sono arrabbiato con me stesso perché da 2 mesi non mi alleno più e sono almeno 8 chili sovrappeso, la pancia è gonfia di aria e di grasso, il fiato corto, le gambe gonfie e grosse.

Mi giro di tanto in tanto per vedere se riesco ancora a scorgere il gruppo che continua a salire ma non riseco a vedere niente, ho gli occhi appannati, per lo sforzo e il cattivo stato fisico generale mi si forma una patina densa davanti agli occhi. A tratti vedo tutto offuscato.

Ho l'imbrago che mi comprime la pancia, mi impedisce i movimenti e mi fa quasi male e l'imbarazzo è acuito dal fatto che questa mattina ancora non sono andato al bagno.

Il bottone della patta dei pantaloni si apre, mi sento costretto in un paio di pantaloni che appena due mesi fa mi stava largo.

Sono un irresponsabile, mi piace la montagna ma ancora penso di poter affrontare l'alpinismo come fossi un ragazzino. Ho 40 anni e ancora sto giocando come se ne avessi 19. Ho due figli che mi aspettano a casa e io sono qui a giocare irresponsabilmente... penso... non si può pensare di fare l'alpinista senza un minimo di allenamento, senza un minimo di lucidità mentale... che ora evidentemente non ho più.

Continuo a scendere lento misurando ogni passo, ogni respiro affannoso. Lo zaino mi sembra un macigno, mi sta spaccando le spalle e lussando le costole, sento dolore fino al torace. Eppure in questo zaino non c'è niente di diverso: nè più nè meno quello che ho sempre portato come me. Oggi sembra pesare dieci volte tanto.

Mentre scendo continuo a pensare che sto mettendo troppa carne al fuoco, l'alpinismo invernale, la falesia, lo scialpinismo, la mountain bike...

Quando torno a casa vendo tutto il superfluo e mi dedico di più alle cose che so fare meglio. Vendo sci, scarponi, doppie piccozze e tutti quei materiali che non userò mai, che mai ho usato che continuano ad impolverarsi nel sottoscala. Vendo tutto ma... non è perché sono arrabbiato, la rabbia per gli errori commessi è un conto, la reazione ci sta tutta... qualcosa dovrò pur fare...

Mi rendo conto che in una sola vita tutte le cose che volevo fare non ci stanno.

Si possono fare bene solo poche cose in una vita... le altre le sfioriamo appena.

Per risalire un basso colle comincio ad ansimare e penso che per fare una qualsiasi cosa nella vita c'è da faticare. Anche un piccolo dosso richiede impegno, richiede impegno e coerenza l'allenamento, richiede impegno anche tener fede alla scelta di praticare un po' di alpinismo. Per ogni cosa bisogna faticare non poco.

Cammino sui prati verdi della riflessione, crescono i “fiori del male” nei miei pensieri e penso alla morte... penso che... grazie a Dio per morire, mi rendo conto, e dico almeno per questo, non c'è da faticare granché.

E ripenso ad un'amico smarrito di recente, e ripenso alla volte che mi aveva detto: “solo l'escursionismo”, “solo il trekking”... per il resto è già tardi. L'alpinismo, l'arrampicata niente è più possibile. Rimangono attività saltuarie che non si possono praticare fino in fondo. Non gli credetti... ma forse oggi credo che abbia avuto un minimo di ragione.

E' quanto va tutto storto che capisci il valore grande ed inestimabile di tutte quelle altre volte che è andato tutto bene. Se tutto andasse bene sempre allora ogni uscita sarebbe uguale all'altra. Riesco a vedere tutto questo con chiarezza, sulla scelta di abbandonare la salita alla Via Sivitilli è stata una scelta consapevole.

Non mi sento neanche uno sciocco, sono solo spaesato. E' come quando ti muovi in una stanza buia, che non conosci: qualcuno all'improvviso accende la luce e scopri quanto fosse piccola la stanza nella quale ti mouvevi. Sono spaesato perché ho capito il limite delle cose che si possono fare... e non fare.

C'è poco da starci a girare intorno, la mia vita sarà forse solo trekking, e rare e sporadiche avventurette alpinistiche... magari a spese di qualche buon samaritano disposto a tirarmi su con la forza.

Sono giunto alla macchina e ascolto la radio per riempire il tempo mentre i miei compagni concludono l'escursione. C'è un dibattito sugli e-book. Il quesito è “se” e “come” si possa ampliare il numero di lettori e se gli e-book possono aiutare il mercato dei libri in questo.

E-book, libri di carta, riviste, giornali, film, documentari. Imparare un nuovo hobby, imparare ad usare un nuovo device, un nuovo tablet pc, un computer portatile. Passare del tempo a vedere la televisione digitale, lo sport, l'allenamento, andare a pagare le bollette, incontrare parenti e amici, e poi i vecchi amici che non vedi da un secolo, le vacanze con la famiglie, il museo con la moglie, una mostra, lo shopping, una giornata di relax e benessere in un centro wellness. La musica, i fumetti, la scrittura di qualche pagina di diario, annaffiare i fiori del proprio balcone. Qualcuno se n'è uscito anche con l'orticello in casa. Scoprire le città Europee con brevi viaggi nel week-end. Assaporare una bottiglia di vino con gli amici.

Quando senti parlare alla radio o alla televisione sembrerebbe quasi che nella vita ci possa stare tutto. Così non è. E' tutto falso. La cosa più difficile, in questa modernità isterica e stressata è capire i propri limiti, scegliere le cose preferite, coltivare il meglio e selezionare il resto...

E non è colpa della famiglia, dei biberon, dei pannolini, delle febbri notturne dei bambini, non è colpa delle feste di compleanno o delle cene di lavoro. Non è colpa del catechismo, delle lavatrici, dei piatti sporchi. Non è colpa del tappeto del salone che devi pulire almeno una volta l'anno. Non è colpa della macchina che si è rotta o della raccomandata da spedire. Non è colpa del tumore parente... Queste sono solo le cose della vita. Non si possono rinfacciare le proprie scelte d'altruismo che si fanno nella vita. Non si rinfaccia agli altri solo perché alcune di queste sono state gesti di altruismo.

L'altruismo è gratuito oppure non è altruismo. Non si può rinfacciare l'altruismo, né ci si può rammaricare d'aver fatto scelte diverse.

Le scelte morali, quelle per cui fai qualcosa solo per non ferire gli altri, quelle dettate dal senso del dovere sono un modo per cui tentiamo di dare in nostro contributo al mondo... affinché vada tutto bene, tutto funzioni al meglio e non ci sia qualcun altro a pagare un prezzo al posto nostro.

Non ho nulla su cui recriminare. Se oggi non sono allenato è solo perché avevo un posto diverso nel mondo, un posto che mi richiedeva di fare alcune cose per gli altri. E non è neppure stato difficile agire per gli altri. E' stato naturale, logico... anche piacevole.

E' vero che spesso mi sono lamentato. Dire che non posso allenarmi perché faccio questo o quell'altro pare volte essere un modo di rinfacciare a coloro che mi stanno intorno la gratuità del mio agire altruistico.

A me è riuscito semplice fare cose per la mia famiglia. Così devo ammettere che ognuno alla fine fa quello che gli riesce più semplice. Facciamo così perché prima di tutto dobbiamo necessariamente rispondere a noi stessi, alla nostra struttura morale. E quella non possiamo darcela. Così ce la ritroviamo e così com'è... e ce la teniamo più o meno per tutta la vita... Mio padre dice sempre “non si può volere ciò che si vuole".

Cosa ne è venuto fuori da questi due giorni trascorsi sul Gran Sasso? Tanta amicizia, qualche ottima fotografia, una camminata a piedi nudi nella neve, molta riflessione, e coltivare la pazienza... osservando muoversi luci ed ombre sul Gran Sasso.

Informazioni aggiuntive

  • Scheda Tecnica dell'Escursione:

    Scheda tecnica ancora non disponibile...

Letto 3329 volte Ultima modifica il Martedì, 27 Maggio 2014 15:28
Giorgio Carrozzini

Consulente Web, Webmaster, esperto in siti web per odontoiatri. Per passione gestore di numerosi siti di montagna. Giorgio ama andare in montagna esplorando el numerose possibilità fuori e dentro di se... questo è il suo Blog!

http://plus.google.com/106984534904409006161

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Video

{}
{/}
Devi effettuare il login per inviare commenti

Iscrizione Newsletters