Cultura dell'Appennino

Raccolta di informazioni curiosità a carattere enciclopedico. Informazioni turistiche, enogastonomiche e naturali e culturali dell'Appennino.

L’areale dell’abete bianco è montano, ad esclusione di alcune aree in Normandia ed in Polonia. L’abete bianco si rinviene sui maggiori gruppi montani europei: Pirenei, massiccio centrale francese, le Alpi, i Vosgi, le Alpi Dinariche ed i Carpazi.

Nell’Appennino Centro Meridionale, i popolamenti significativi si trovano in Toscana (dove è stato a lungo coltivato in tenute monastiche o granducali), Appennino Teramano e Gran Sasso, Appennino Molisano, Pollino e Appennino calabrese.

Il genere Fagus è esclusivo dell’emisfero boreale. Il F. sylvatica L. è una specie tipicamente europea. Il suo areale si estende dalla Spagna settentrionale  alla Polonia e all’Ucraina.

A nord si spinge fino al sud dell’Inghilterra e alle coste della Norvegia, mentre a Sud il faggio arriva sino in  Sicilia orientale.

Chi sente parlare del Pino Loricato spesso ne sente parlare per via del Parco del Pollino. Noto a molti il meraviglios Giardino degli Dei dove si trova una gran quantità di esemplari.

Si tratta di una pianta davvero antica, alcuni individui possono raggiungere un'età millenaria...

Il pino nero è una specie pioniera, eliofila, frugale, resiste alla siccità del terreno. Inoltre particolare interessante è la sua capacità di miglioramento delle condizioni di fertilità dei terreni degradati, grazie alla sua lettiera.

Queste sue proprietà la hanno resa una delle specie più usate nei rimboschimenti in aree degradate.

Pagina 5 di 13