Turismo di comunità per il weekend

Scritto da Venerdì, 03 Maggio 2013 14:54

Oggi si cerca di applicare il concetto di sostenibilità a qualsiasi attività umana che interagisca con l’ambiente, nel tentativo di conciliare le esigenze, economiche e non, dell’uomo con la necessità di proteggere dalla definitiva distruzione l’ambiente nel quale esso vive.

Anche il settore del turismo, che può avere significative ricadute negative sull’assetto naturale ed antropologico del territorio, viene ora lambito da questo nuovo e, speriamo, imperituro interesse ed è possibile sostenere questo approccio rispettoso ai viaggi, aderendo alle proposte di vacanza sostenibile.

In Italia vi sono diversi borghi e vallate che promuovono il turismo di comunità, cioè lo sviluppo turistico secondo criteri e direzioni condivisi dalla popolazione.

Per trascorrere un finesettimana in uno di questi luoghi speciali, ci si può ispirare a una delle idee viaggio di Campobase, dal titolo “Bagni termali, di fieno e di sapienza in Val di Rabbi”.

Il programma è allettante: visite al mulino, ai masi e all’antica segheria; passeggiate nei verdi pascoli; pratiche di benessere alle terme; serata danzante sulla musica del gruppo folk... Il tutto inframmezzato dai gustosi pasti a base di cibi tipici.

La sistemazione è prevista presso una di quelle strutture – hotel, baite, appartamenti, Bed & Breakfast – che aderiscono al progetto Turismo di Comunità.

Ecco, quindi, che andando a trascorrere un weekend nella splendida Val di Rabbi non solo ci si assicura svago, relax ed emozioni, ma anche si contribuisce alla realizzazione ed alla diffusione (per imitazione di quelle località che così attraggono visitatori) di un turismo sostenibile.