Martedì, 12 Giugno 2012 00:00

Decalogo per un Escursionismo Sostenibile

In epoca di cambiamenti ambientali (mutamenti climatici, erosione dei territori, spostamento ed inquinamento dei corsi d'acqua, distruzione delle aree boschive,... ), in epoca di stili di vita alienanti, che sottopongono a notevoli livelli di stress, dove la ricerca dell'apparire ha preso il posto dei valori dell'essere vorremmo convincere i nostri lettori della validità sempre più emergente dell'idea di un "Escursionismo Sostenibile".

Ogni stagione richiede certa attrezzatura, ogni condizione climatica comporta precauzioni specifiche e particolari. Solo l'esperienza può fornirci la sicurezza (minima indispensabile) per portare niente di più di quello di cui verosimilmente avevamo bisogno.

Premessa: questo percorso è adatto ai bambini (a partire dai 5 anni) già avvezzi alla montagna, ai sentieri ed al camminare, purché si faccia attenzione a dove mettono i piedi, tenendoli per mano nei punti di maggiore complessità e dove il sentiero si fa maggiormente stretto ed esposto. Un solo tratto risulta più difficile basti essere prudenti e mai frettolosi di raggiungere la meta.

Ampi panorami sui verdeggianti boschi della sabina.

Pubblicato in Monti Reatini

Mettersi un giorno gli scarponi in Piazza San Pietro e avviarsi per stradine di campagna e sentieri a scoprire 200 chilometri di Italia “minore”, dove vedere perllegrini con lo zaini in spalla non è ancora divenuto un'abitudine.

Da Roma as Assisi senza ricalcare che a tratti le antiche Vie, ormai trasformate per lo più in roboanti strade a quattro corsie, per un itinerario inedito, rivelatosi passo dopo passo in quattro lunghi anni, grazie al paziente lavoro sul territorio fatto dai volontari.

Pubblicato in Guide Escursionistiche
Mercoledì, 30 Maggio 2012 13:08

Piccozza usata in ambito Escursionistico

La piccozza usata come appoggioSu terreno innevato e durante il periodo invernale può far comodo una piccozza essenzialmente due ragioni. Come punto di appoggio “a monte” su traversi innevati e come strumento di sicurezza in caso di caduta.

Premessa: il percorso escursionistico al Monte Orsello con partenza dal Ristorante della Vecchia Miniera è certamente uno di quei percorsi non troppo lunghi e di modesto impegno fisico. Non ci sono alcuna difficoltà tecnica da superare e anche in caso di scarsa visibilità è facile ritrovare il percorso. Benché l'escursione non conduca a quote molto elevate (appena 2043 m in vetta al Monte Orsello) l'escursione lungo l'ampia cresta della montagna offre la vista su ampi panorami in ogni direzione.

Ampi panorami sulle montagne circostanti del gruppo e sulla piana di Campo Felice. Inusuale, particolare e curiosa esposizione alle luci del sole rendono l'escursione molto appetibile per i fotografi.

Caratteristiche del tracciato: sentiero ben visibile nella parte bassa con scarsissima segnaletica, poco dislivello e accessibilità ai piccoli escursionisti dagli 8 anni di età.

Pubblicato in Gruppo del Monte Velino
Pagina 3 di 3