slideshow_inverno_001
slideshow_inverno_002
slideshow_inverno_003

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa estesa sui Cookie

I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell’erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle finalità di installazione dei Cookie potrebbero, inoltre, necessitare del consenso dell'Utente.

Cookie tecnici e di statistica aggregata

I Cookie tecnici hanno la funzione di permettere lo svolgimento di attività strettamente legate al funzionamento di questo spazio online. I Cookie tecnici utilizzati dal Titolare possono essere suddivisi nelle seguenti sottocategorie:
Cookie di navigazione, per mezzo dei quali si possono salvare le preferenze di navigazione ed ottimizzare l’esperienza di navigazione dell’Utente;
Cookie così detti “analytics”, per mezzo dei quali si acquisiscono informazioni statistiche in merito alle modalità di navigazione degli Utenti. Tali informazioni sono trattate in forma aggregata ed anonima;
Cookie di funzionalità, anche di terze parti, utilizzati per attivare specifiche funzionalità di questo spazio online e necessari ad erogare il servizio o migliorarlo.
Tali Cookie non necessitano del preventivo consenso dell’Utente per essere installati ed utilizzati.

Altre tipologie di Cookie o strumenti terzi che potrebbero farne utilizzo

Alcuni dei servizi elencati di seguito potrebbero non richiedere il consenso dell'Utente o potrebbero essere gestiti direttamente dal titolare – a seconda di quanto descritto – senza l'ausilio di terzi.
Qualora fra gli strumenti indicati in seguito fossero presenti servizi gestiti da terzi, questi potrebbero – in aggiunta a quanto specificato ed anche all’insaputa del Titolare – compiere attività di tracciamento dell’Utente. Per informazioni dettagliate in merito, si consiglia di consultare le privacy policy dei servizi elencati.

  • Commento dei contenuti
  • Interazione con social network e piattaforme esterne
  • Pubblicità
  • Remarketing e Behavioral Targeting
  • Statistica

Widget

Questo servizio permette di effettuare interazioni con questo spazio online direttamente dalle piattaforme esterne su cui è installato. L’installazione del servizio potrebbe comportare l’ulteriore installazione di strumenti di Google Analytics con IP anonimizzato. Per ulteriori informazioni in merito a Google Analytics si rinvia all’apposita sezione del presente documento.

Utilizzo da parte di minori

Gli Utenti dichiarano di essere maggiorenni secondo la legislazione loro applicabile. I minorenni possono utilizzare questo spazio online solo con l’assistenza di un genitore o di un tutore.

Come posso controllare l'installazione di Cookie?

In aggiunta a quanto indicato in questo documento, l'Utente può gestire le preferenze relative ai Cookie direttamente all'interno del proprio browser ed impedire – ad esempio – che terze parti possano installarne. Tramite le preferenze del browser è inoltre possibile eliminare i Cookie installati in passato, incluso il Cookie in cui venga eventualmente salvato il consenso all'installazione di Cookie da parte di questo sito. È importante notare che disabilitando tutti i Cookie, il funzionamento di questo sito potrebbe essere compromesso. Puoi trovare informazioni su come gestire i Cookie nel tuo browser ai seguenti indirizzi: Google Chrome, Mozilla Firefox, Apple Safari and Microsoft Windows Explorer.
In caso di servizi erogati da terze parti, l'Utente può inoltre esercitare il proprio diritto ad opporsi al tracciamento informandosi tramite la privacy policy della terza parte, tramite il link di Opt-Out se esplicitamente fornito o contattando direttamente la stessa.
Fermo restando quanto precede, il Titolare informa che l’Utente può avvalersi di Your Online Choices. Attraverso tale servizio è possibile gestire le preferenze di tracciamento della maggior parte degli strumenti pubblicitari. Il Titolare, pertanto, consiglia agli Utenti di utilizzare tale risorsa in aggiunta alle informazioni fornite dal presente documento.

Titolare del Trattamento dei Dati

Carrozzini Giorgio

P.IVA 11280041002 - C.F. CRRGRG72L05H501C
Via Umberto Giordano, 70 – 00124 Roma - Tel. 06.50.91.42.91

Dal momento che l'installazione di Cookie e di altri sistemi di tracciamento operata da terze parti tramite i servizi utilizzati all'interno di questo spazio online non può essere tecnicamente controllata dal Titolare, ogni riferimento specifico a Cookie e sistemi di tracciamento installati da terze parti è da considerarsi indicativo. Per ottenere informazioni complete, consulta la privacy policy degli eventuali servizi terzi elencati in questo documento.
Vista l'oggettiva complessità legata all'identificazione delle tecnologie basate sui Cookie ed alla loro integrazione molto stretta con il funzionamento del web, l'Utente è invitato a contattare il Titolare qualora volesse ricevere qualunque approfondimento relativo all'utilizzo dei Cookie stessi e ad eventuali utilizzi degli stessi – ad esempio ad opera di terzi – effettuati tramite questo sito.
Il presente documento si riferisce a tutti gli spazi online (siti, piattaforme, strumenti internet, etc) di proprietà del Titolare. Per ottenere ulteriori informazioni in merito agli strumenti relativi ad uno specifico spazio, l’Utente è pregato di contattare il Titolare ai riferimenti forniti nel presente documento.

Ultima modifica: 30 Maggio 2015

Ci sfiorava il soffio delle valanghe - Alberto Paleari

Vota questo articolo
(1 Vota)

Ci sfiorava il soffio delle valanghe - Alberto Paleari

Penso sempre di più che i libri non abbiano scadenza. Non vanno mai a male. Stanno lì alcuni anni, accoccolati sotto la tua coscienza vigile, e poi te li ritrovi addosso per qualche strana malia.

E’ come se una voce sotterranea, silenziosa come un fiume carsico, ti mangi piano piano all’orecchio e ti sussurri di riprendere in mano quel certo volume.
Hanno una vita loro, innanzi tutto. Come questo, che dopo ben cinque anni ed un matrimonio andato, mi sono ritrovato a leggerlo con un incanto più nuovo, più prensile. Mi sembra di aver preso quel po’ di maturità in più, o forse musate nei muri, che mi hanno consentito di filtrarlo meglio dentro.


La storia di una guida alpina è sempre la storia di una vita al limite della sopravvivenza. Sai sempre partire, ma mai conosci il tornare. Se poi questa guida raduna in sé l’anima dello scrittore e dell’uomo di casa, con in più l’animo di chi non riesce a rinunciare ad un paio di cosce anche se sono le ultime e bellissime della tua vita sassosa, beh, la minestra diventa ricca tanto da farci stare in piedi e bello ritto un pezzo di pane.


La vita di Oreste è questa. Arrampicare, portare i clienti in giro, andare a fare la spesa, scrivere, ascoltare la musica ( Bach è meglio perché nutre in profondità come certe maree d’inverno che riempiono gli occhi affaticati), e fare l’amore. E poi ripartire di nuovo dopo avere recuperato le alzate notturne. Fare la guida è essere guida per sempre. Un’esistenza in perenne equilibrio tra sforzi per fare sbarcare il lunario, sforzi per avere una forma sempre completa, e sforzi per mantenere una vita sentimentale abbastanza stabile.


Questo libro analizza da dentro la vita della guida alpina. Ma lo fa con aria scanzonata, lieve, però salata. Quando Oreste perde la testa per Nancy, una ragazza più giovane di lui di quasi vent’anni, e la perde alle Calanques di Marsiglia ( a proposito la descrizione ti fa venire in bocca il mare di quei fiordi che sanno di sale, ciuffi di ligustro e sole da mane a sera sulla faccia che cerca un ripiego d’ombra), Oreste perde la sua vita normale ed il suo matrimonio abbastanza felice. Oreste perde e riacquista una vita. Però Paleari scende poi nella descrizione di ciò che può essere una vita con una ragazza più giovane nel quotidiano. E lo fa con una precisione da entomologo che di donne e rotture di coglioni deve averne effettivamente provate alcune sulla propria pelle dopo che i fremiti erano passati. Un giorno uno psicanalista mi disse una grande verità, e cioè che dopo le passioni restano le persone.


Ma le passioni, e la magia, sfiorano in continuazione l’occhio di chi legge questo bellissimo libro, soffice come neve e fatto di una scrittura bella grassa, che nutre la mente senza appesantirla.
Io ’ho letto a pezzi ma la parte finale l’ho bevuta insieme all’ultimo disco di Helene Grimaud, Bach. E’ una bella colonna sonora per chi riesce a raccontare grandi ascensioni riducendole in pagine secche e vibratili come foglie colorate, d’autunno, e ti parla dell’artista che non è mai povero. Rievoca il pranzo di Babette della Blixen, ve lo ricordate ? Ed una guida alpina non è mai ricca, chè perderebbe tutta quella aggressività animale e quella sensorietà ( ma si dice ?) che gli impedisce di cadere sotto una valanga. Anche se Oreste ci cade dentro e la subisce meglio delle capriole che la vita gli manda.


Però io non ho mai visto una guida alpina con questa sensibilità, e cultura, ed è ben vero che questo romanzo – perché lo è a tutti gli effetti – è a volte come un corpo a pezzi. Certi capitoli ci vengono incastrati a forza e pecca in alcuni tratti di unitarietà, di fusione. Sembra che Paleari in alcuni punti abbia voluto suturare dei vuoti di ispirazione personale. Però.I punti di sutura non li senti più quando riprende slancio e torna nell’alveo scavato all’inizio, quello dove la morte di un amico disegna solchi interiori bui e dolorosi in un animo profondo come un ghiacciaio. E’ un romanzo a più voci, come ormai la moda di oggi sta cominciando ad usare sempre di più. E’ un pastiche perfetto perché la vita di una guida alpina è qui buttata sulla pagina come dal dottore. Nuda e senza mutande, un poco infreddolita. Con squarci di poesia delicata, commovente, semplice. Non fa sforzi Paleari. Sicuramente non sarà un uomo ricco per censo e beni personali ( mi sono fatto quest’idea tutta mia e quindi decisamente fallibile) ma sono certo che non sarà mai povero. Perché è un artista. Ed il soffio delle valanghe sono convinto che riesca a sentirlo sempre. Quel rumore lì, lo sentono soltanto gli angeli, i demoni, ed i poeti che vedono la luna solo quando sorge. Ecco perché le valanghe continuano a sfiorarli.

Informazioni aggiuntive

  • Titolo: Ci sfiorava il soffio delle valanghe
  • Autore: Paleari Alberto
  • Editore: CDA & Vivalda Editori
  • ISBN: 9788874800124
  • Pagine: 150
  • Foto e Illustrazioni: Assente
  • Anno Prima Pubblicazione: 2003
  • Prezzo (Euro): 10,50
Letto 2743 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Iscrizione Newsletters