La mia sfida al destino di Heinrich Harrer


Grazie alle spedizioni computer nei 5 continenti alla possibilità di incontrare popoli in via di estinzione, ammirare panorami e paesaggi mozzafiato, immortalare i monumenti più semplici e naturali della vita delle persone che incontra lungo il proprio cammino. Un libro che coinvolge il lettore narrando di una natura spesso ancora vergine incontaminata, all'insegna dell'avventura dell'amore per l'esplorazione e la scoperta.

 

Heinrich Harrer (1912-2006) è stato un celebre esploratore austriaco campione olimpionico di sci alpino nel 1936 è diventato in seguito uno dei più importanti scalatori nel mondo conquistando numerose vette inviolate.
Prigioniero di guerra a Dehra Dun ai piedi dell'Himalaya, fugge in Tibet con il compagno Peter Aufschnaiter, inizia a lavorare all'ESA e diviene confidente e tutore del quattordicenne Dalai Lama, avendo così accesso a cerimonie e usanze cui raramente sono ammessi degli occidentali.
Nel 1950, con l'avanzata dell'esercito cinese, abbandona Lhasa e rientra in patria.
Con più di 600 imprese - scalate, esplorazioni, spedizioni - Harrer viene ricordato anche per il suo libro “Sette anni in Tibet” tradotto in più di 50 lingue e dal quale è stato tratto l'omonimo film del 1997.

Informazioni aggiuntive

  • Titolo: La mia sfida al destino
  • Autore: Heinrich Harrer
  • Editore: Corriere della Sera - Biblioteca della Montagna
  • ISBN: 9771824928184
  • Pagine: 501
  • Foto e Illustrazioni: Assente
  • Anno Prima Pubblicazione: 2004
  • Prezzo (Euro): 8,90
Letto 458 volte