Le ombre dell'Everest - Simonson, Hemmleb, Johnson, Nothdurft

La verità sulla leggendaria spedizione di Mallory e Irvine

Le ombre dell'Everest La verità sulla leggendaria spedizione di Mallory e Irvine Jochen Hemmleb Larry A. Johnson Eric R. Simonson con William E. Northduft Nella storia del mito dell'Everest, la montagna più alta del mondo, un posto d'eccezione è occupato dall'alpinista inglese George Mallory, che per tre volte, fra il 1921 e il 1924, cercò di raggiungere la vetta, e che nell'ultimo tentativo perse la vita insieme al giovane compagno di cordata Andrew Irvine.

Più ancora di Edmund Hillary e Tenzing Norgay, i primi a conquistare l'Everest nel 1953, la figura di Mallory è circondata dall'alone di mito, il mito che avvolge gli eroi nobili e sfortuanti e l'alpinismo delle origini. Per settantacinque anni, una serie di interrogativi, finora senza risposta, ha accompagnato l'impresa di Mallory e Irvine. I due inglesi morirono 'prima' o 'dopo' aver raggiunto la vetta?

La conquista dell'Everest deve essere anticipata di ventinove anni? Quali prove si possono addurre per sostenere l'una o l'altra tesi? E' attendibile il pregiudizio di molti scalatori di oggi, secondo i quali quei pionieri non avrebbero mai potuto arrivare in cima perché i loro mezzi tecnici erano troppo rudimentali? A queste domande non era possibile rispondere solo con le testimonianze, confuse e contraddittorie, degli altri membri della spedizione del 1924. Era necessario organizzare una missione per ripercorrere il cammino di Mallory e Irvine, recuperate i materiali da loro abbandonati e, magari, ritrovare i loro corpi. Gli autori di questo libro sono le persone che hanno progettato quella missione, l'hanno realizzata vincendo lo scetticismo e le difficoltà organizzative. e hanno ottenuto il risultato più insperato: il 1° maggio 1999, su un ripido pendio ghiaioso, hanno scoperto il corpo perfettamente conservato di George Mallory, simile "a una di quelle antiche statue greche o romane".

"Le ombre dell'Everest" è insieme la commossa narrazione dell'impresa del 1924, e il diario, tenuto dai protagonisti, di un'avventura a prima vista 'impossibile' e un avvincente romanzo giallo che, grazie a un viaggio nello spazio e nel tempo, ha finalmente consentito di raccogliere le prove per illuminare un mistero rimasto impenetrabile per settantacinque anni. Ed è la migliore testimonianza che, anche nell'era delle ciniche spedizioni commerciali ed del consumismo alpinistico, c'è ancora spazio per quelle virtù antiche che rappresentano il vero spirito della montagna: il coraggio, l'abnegazione, la volontà ferrea di realizzare i sogni e di dare corpo alle ombre.

Jochen Hemmleb, nato in Germania nel 1971, studente di geologia, alpinista, ha già pubblicato due articoli sui misteri dell'Everest. E' stato il primo a credere nella possibilità di ritrovare Mallory ed Irvine.

Larry A. Johnson, nato negli Stati Uniti nel 1946, alpinista ed editore di libri sulla montagna, è l'organizzatore di questa spedizione.

Eric R. Simonson, nato negli Stati Uniti nel 1955, è laureato in geologia ed è alpinista professionista dal 1973. Ha diretto oltre settanta spedizioi in tutto il mondo, venti delle quali sull'Himalaya.

William E. Northduft è un giornalista specializzato in alpinismo e sport estremi.

Informazioni aggiuntive

  • Titolo: Le ombre dell'Everest
  • Autore: Eric R. Simonson , Jochen Hemmleb , Larry A. Johnson , William E. Nothdurft
  • Editore: Rizzoli
  • ISBN: 978881786244
  • Pagine: 287
  • Foto e Illustrazioni: Assente
  • Anno Prima Pubblicazione: 1999
  • Prezzo (Euro): 15.49
Letto 4854 volte