Giorgio Carrozzini

Giorgio Carrozzini

Consulente Web, Webmaster, nella costruzione di siti web di ogni dimensione ed importanza. Per passione gestore di numerosi siti di montagna. Giorgio ama andare in montagna esplorando el numerose possibilità fuori e dentro di se... questo è il suo Blog!

Piccozza per alpinismo su ghiaccio

La scelta della piccozza per alpinismo classico è piùcomplessa. Esistono piccozze per tutte le tasche e per tutti gliscopi: dalle più classiche con il manicoricurvo a quelle piùaltamente tecnologiche.

Premessa: il percorso escursionistico al Monte Orsello con partenza dal Ristorante della Vecchia Miniera è certamente uno di quei percorsi non troppo lunghi e di modesto impegno fisico. Non ci sono alcuna difficoltà tecnica da superare e anche in caso di scarsa visibilità è facile ritrovare il percorso. Benché l'escursione non conduca a quote molto elevate (appena 2043 m in vetta al Monte Orsello) l'escursione lungo l'ampia cresta della montagna offre la vista su ampi panorami in ogni direzione.

Ampi panorami sulle montagne circostanti del gruppo e sulla piana di Campo Felice. Inusuale, particolare e curiosa esposizione alle luci del sole rendono l'escursione molto appetibile per i fotografi.

Caratteristiche del tracciato: sentiero ben visibile nella parte bassa con scarsissima segnaletica, poco dislivello e accessibilità ai piccoli escursionisti dagli 8 anni di età.

Martedì, 29 Maggio 2012 15:04

Zafferano - Crocus sativus L.

Se avete cercato notizie sullo zafferano certamente vi sarà capitato di passare per la solita pagina di Wikipedia, forse troppo accademica, forse troppo nozionistica per farvi venire qualche fantasia culinaria.

Ebbene noi qualche problema di … “classificazione” l’abbiamo avuta giacché lo zafferano è suscettibile di varie classificazioni.

 

Martedì, 29 Maggio 2012 14:59

Arrosticini d'Agnello

Il turista, l’escursionista ma anche l’alpinista non possono passare in Abruzzo senza riconoscere a questa meravigliosa regione del centro Italia la paternità della preparazione tradizione degli arrosticini.

L’allevamento della pecora in Abruzzo va riscoperto nella storia della pastorizia dell’Italia Centro Meridionale.

Martedì, 29 Maggio 2012 14:57

La tradizione latteo-casearia abruzzese

Sono due le ragioni che fanno dell’Abruzzo una regione vocata per i prodotti latteo-caseari. Da una parte l’Abruzzo ha una storia antica di pastorizia che riserva una sapiente tradizione nella produzione latteo-casearia.

Dall’altra la varietà dei foraggi di cui le mandrie e le greggi si nutrono ancora oggi presso le malghe d'altura del Gran Sasso, dell'Alto Sangro e del Piano delle Cinquemiglia.

Premessa: La Cima del Venaquaro e la Cima Falasca sono due promontori erbosi relativamente bassi che si trovano lungo la linea di congiunzione che unisce la cima del Malecoste con l'isolato massiccio del Monte Corvo. Si tratta di due vette oltre i duemila metri di quota isolate e di scarso interesse alpinistico. Per raggiungerle, da qual si voglia luogo di partenza è necessario un notevole impegno fisico essendo immerse nel cuore stesso del massiccio del Gran Sasso.

Caratteristiche del percorso: il percorso non presenta particolari difficoltà tecniche. Il sentiero conduce ai piedi del Monte Corvo senza possibilità di smarrire il percorso anche in caso di calata della nebbia. Dallo Stazzo della Solagne l'assenza di un sentiero segnato può indurre qualche incertezza sulla scelta del percorso di salita.

La grappa di genziana è un distillato che viene prodotto dalle radici della pianta che vengono raccolte nei pascoli a tarda estate e comunque sempre e quando il ciclo vitale della pianta è completato.

La radice di questa specie è di colore giallo intenso dalla forma a fittone. Dopo la raccolta va pulita senza fare alcun uso di acqua, preferibilmente con uno spazzolino per rimuovere la terra e la polvere.

Premessa: Sulle montagne della Laga si possono ancora realizzare interessanti percorsi escursionistici poco frequentati ed in ambiente molto selvatico. Si tratta di un territorio dalle caratteristiche variegate capace di dare molteplici sensazioni ed emozioni di vera montagna. Un percorso ad anello variegato che apre panorami inaspettati sul Monte Gorzano e sul Pizzo di Sevo che pure rimangono imponenti alla vista per la maggior parte del percorso.

Caratteristiche del tracciato:  Quello che viene qui proposto è un percorso escursionistico per esperti e bene allenati capaci interagire bene con l'ambiente montano. La complessità del tracciato si ritrova in due punti piuttosto scoscesi, non alpinistici ma sicuramente potenzialmente pericolosi.

Pagina 54 di 66