Come si prepara lo zaino?

Scritto da Martedì, 12 Giugno 2012 00:00

Preparare lo Zaino per le escursioniLo zaino da escursionismo insieme alla piccozza e agli scarponi rappresentano l’anima dell’alpinista senza i quali le escursioni alpinistiche non sarebbero più le stesse.

Per rendere la propria escursione un momento piacevole è sufficiente seguire poche e semplici istruzioni; ecco come preparare lo zaino in maniera ottimale:

1) Dapprima va considerato che è decisamente fondamentale mantenere in ordine il proprio zaino durante le escursioni, in quanto nel momento del bisogno non si può perdere tempo a cercare nervosamente un oggetto. Questo vale ancora di più se siamo seduti su una cengia o lungo un ripido pendio. Dovremmo riuscire a mettere gli oggetti che siamo abituati a portare sempre nelle stesse tasche o nelle stesse posizioni.

2) Quando si hanno pochi oggetti da trasportare è bene prediligere zaini di piccole dimensioni, compatti che rimangano bene aderenti alla schiena.
Le cinghie dello zaino devono essere ben strette intorno alle spalle; anche i laccetti e le chiusure vanno ben stretti in modo da rendere la massa dello zaino il più compatta possibile.

3) Lo zaino va riempito e caricato in modo tale che i grossi pesi rimangano vicini alla schiena e posizionati non troppo in alto rispetto alla massa complessiva dello zaino stesso.
I pesi leggeri vanno posti esternamente e sopra al resto del materiale trasportato. Disponendoli in questa maniera, infatti, la gran parte del peso si concentra vicino al baricentro e questo rende l’insieme corpo-zaino più stabile; in caso contrario lo zaino rischierebbe di sbilanciare il corpo nei momenti in cui è invece necessario fare maggior affidamento sull’equilibrio.

4) Lo zaino dovrebbe poi essere provvisto di una fettuccia che consenta di legare insieme gli spallacci, per poterlo ben fissare sulle spalle ed evitarne così i movimenti laterali che fanno assumere al corpo pozioni inclinate e/o sbilanciate.

5) E’ bene evitare di caricarsi inutilmente con materiali quali scatole di plastica o abbigliamento in eccesso.
Va ricordato che provare in casa il peso di uno zaino è molto diverso che tenerlo per quattro o cinque ore sulle spalle. Quello che normalmente può sembrare un peso accettabile dopo già dopo alcune ore può sembrare insostenibile.
Lo stesso thermos in acciaio, che pur consente di trasportare utilissimo tè caldo durante le escursioni invernali, può essere assai pesante se consideriamo il materiale in cui è costituito.

Cosa mettere nello zaino da escursionismo?

Nello zaino da escursionismo vanno messe le cose essenziali e questo dipende dalla stagione in cui si decide di camminare. Naturalmente non bisogna esagerare ma soprattutto è necessario portare le cose utili.
Ultimamente c'è una moda, assai bizzarra, che è quella di andare senza attrezzatura e con uno zaino supe leggero rinunciando a tutto perfino riducendo al minimo acqua e abbigliamento protettivo.
Personalmente sono contro questo genere di estremismo. Sono dell'idea che per coloro che frequentano la montanga per piacere (e non per agonismo sportivo) sia necessario andare in montagna con tutte le precauzioni necessarire.

Per imparare a portare le cose più importanti abbiamo predisposto una sezione riguardante l'equipaggiamento per la montagna.

Letto 6096 volte Ultima modifica il Lunedì, 27 Agosto 2018 16:56
Giorgio Carrozzini

Consulente Web, Webmaster, nella costruzione di siti web di ogni dimensione ed importanza. Per passione gestore di numerosi siti di montagna. Giorgio ama andare in montagna esplorando el numerose possibilità fuori e dentro di se... questo è il suo Blog!

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.