Montagna come sinonimo di... turismo eco-compatibile In evidenza

Scritto da

Ma cosa si intende con esattezza quando si parla di questa tipologia di turismo?

Si tratta di un particolare approccio con cui si vuol tutelare al tempo stesso l'ambiente naturale e l'economia di determinate mete turistiche.

La World Trade Organization ci viene incontro offrendoci una breve definizione e parlandone come:

... una forma di turismo che soddisfa i bisogni dei viaggiatori e delle regioni ospitanti e allo stesso tempo protegge e migliora le opportunità per il futuro mantenendo intatto l'equilibrio della natura.

È noto proprio perché verso la fine degli anni 80 ci si accorse che aree come quella alpina non erano in grado di sostenere, in termini di risorse ambientali e non, il turismo di massa che caratterizzava l'Italia di quel periodo.

Per preservare la biodiversità tipica delle regioni italiane e l'identità culturale di determinate popolazioni sono state fondate organizzazioni e leggi ad hoc per la gestione e lo sviluppo delle mete naturalistiche che richiamano maggiormente visitatori.

Negli ultimi vent'anni è cresciuto il numero di persone attratte dalla particolarità del turismo ecocompatibile, che viaggiano prestando attenzione alla tutela dell'ambiente e vogliono scoprire le tradizioni tipiche dei luoghi verso cui sono dirette.

Chi si sposta dalle grandi città verso la montagna vuole prendere le distanze dall'ambiente urbano per ritrovare calma e serenità, vuole scoprire modi di vivere alternativi a contatto diretto con la natura ed è per questo che spesso è a favore del turismo ecocompatibile.

Turismo ecocompatibile: come viene praticato

Sempre più turisti che si avventurano in montagna scelgono oggi di spostarsi grazie a mezzi alternativi all'aereo che, nonostante sia la soluzione più rapida, è anche quella maggiormente inquinante. Utilizzando l'auto, i treni o i mezzi pubblici in generale è possibile evitare di intraprendere viaggi che si rivelerebbero assai dannosi per l'ambiente a causa delle elevate emissioni di gas nocivi.

Gli alberghi si stanno adattando alle richieste di questa tipologia di visitatori, utilizzando fonti energetiche rinnovabili per adeguarsi agli standard del turismo ecocompatibile, mettendo a disposizione strutture eco-friendly e provvedendo all'adeguato smaltimento dei rifiuti in modo da mantenere pulite le aree circostanti.

I pacchetti “all inclusive” non si sposano al meglio con le politiche del turismo responsabile. Questo perché non è mai facile stabilire se queste soluzioni siano realmente vantaggiose per le popolazioni locali.

Per mantenere uno stile di vita ecocompatibile, i turisti a loro volta osservano regole ben precise.

Si preferisce spendere i propri soldi presso aziende locali, dove il personale non è sotto pagato e dove i soldi investiti andranno sicuramente a beneficio dell'intera comunità ospitante.

I turisti, durante gite ed escursioni montane, cercano sempre di osservare comportamenti che abbiano un impatto positivo sull'ecosistema socio/culturale del posto e sull'ambiente.

Evitano di cogliere specie di piante protette, non importunano gli animali selvatici e, come detto poco fa, cercano sempre di mantenere puliti gli spazi che incontrano lungo i loro percorsi.

In definitiva il turismo ecocompatibile può considerarsi tale in quanto contempla pratiche eticamente valide, che non mirano in alcun modo a sfruttare un territorio anzi, vogliono incentivare l'economia locale di mete turistiche che, come quelle di montagna, si contraddistinguono per le loro bellezze naturali.

L’escursionismo e il trekking in montagna sono l’ideale per praticare un turismo eco-compatibile.

Quali regole bisogna rispettare per un turismo rispettoso della natura?

Molte sono regole sono solo principi di buon senso altre invece regole semplici alle quali non avremmo mai pensato:

  • E’ ecocompatibile se non ti allontani troppo dalla tua regione e impari a conoscere le montagne vicino casa;
  • E’ ecocompatibile se per arrivare sul luogo dell’escursioni ci arrivi in gruppo (1 macchina per 4 persone);
  • E’ ecocompatibile se non disperdi materiali nella natura
  • E’ ecocompatibile se segui la sentieristica presente;
  • E’ turismo ecocompatibile se non rompi rami, strappi fiori, se non scavi buche, se non sposti sassi o accendi fuochi;
  • E’ ecocompatibile se rispetti gli animali selvatici evitando di spaventarli con schiamazzi e rumori molesti.

Le linee guida di un turismo eco-compatibile sono utili ma non indispensabili.

Il “senso” dell’eco-compatibilità lo abbiamo sempre incontrato nello spirito stesso con il quale gli escursionisti e gli alpinisti si trovano ad affrontare l’ambiente montano.

Ultima modifica il Mercoledì, 22 Agosto 2018 13:07
Giorgio Carrozzini

Consulente Web, Webmaster, nella costruzione di siti web di ogni dimensione ed importanza. Per passione gestore di numerosi siti di montagna. Giorgio ama andare in montagna esplorando el numerose possibilità fuori e dentro di se... questo è il suo Blog!