Monte Crepacuore (1997 m) da Campo Catino

Scritto da Giovedì, 23 Agosto 2012 11:08

Premessa: Come molte altre escursioni che iniziano in prossimità di impianti sciistici anche la salita al Monte Crepacuore può essere vettore di sensazioni negative. Ci si allontana rapidamente dalle brutture degli impianti per entrare nel vivo dell'ambiente selvaggio. Un'escursione a cui non si dovrebbe rinunciare, propone una visuale interessante sul Monte Viglio, Monte Passeggio, Pizzo deta e le sottostanti faggete dei Monti Ernici.

Caratteristiche del tracciato: Sentieristica evidente e segnaletica presente rendono questo percorso accessibile a tutti, specie nel periodo estivo: potenzialmente un percorso adatto ad escursionisti adolescenti.

Informazioni aggiuntive

  • Come Arrivare: Per giungere a Campo Catino da Roma o da Napoli si percorre l'Autostrada A1 fino al Casello autostradale Anagni e Fiuggi, si svolta a destra imboccando la SS155 per circa 18 chilometri quindi si prosegue sulla destra Via Prenestina in direzione di Guarcino. A Guarcino cominceranno a comparire le indicazioni turistiche per Campo Catino e gli impianti sciistici. Per ampie svolte si giunge a Campo Catino. Entrando a campo catino si evita la rotonda girando marginalmente ad essa immediatamente sulla destra fino ad una casone dove si lascia l'auto.
  • Descrizione Percorso:

    Dal casone si torna indietro fino alla rotonda quindi mantenendo la destra si incontra subito la una pista da sci che si muove verso oriente. La pista da sci sale lentamente seguendo le cresta a margine di Campo Catino. Ai tre quarti della salita si abbandona la pista da sci per prendere il sentiero che si muove a mezza costa del crinale settentrionale. Sulla destra ci lasciamo il Monte Pozzotello sul quale eventualmente potremo salire sulla via del ritorno.

    Il sentiero giunge ad un'ampia sella da dove ancora una volta ci si immette sul versante settentrionale della cresta fino a passare sotto il Peschio delle Cornacchie dove il sentiero che si muove su un terreno di sfasciumi. Il sentiero giunge in prossimità di una bellissima e molto panoramica sella caratterizzata da piccole torri di roccia dal quale è possibile già vedere il Monte Crepacuore in lontananza. Da qui si scende per tracce di sentiero verso il Peschio delle Ciavole dove incassato nella valle è possibile vedere una costruzione. Di fatto l'edificio è un rifugio tenuto molto male. Il rifugio si trova in prossimità della Fonte del Pozzotello. Dal rifugio si prosegue verso l'evidentissima cresta che conduce fino in vetta al Monte Crepacuore.

    Mantenendosi sempre sui versanti settentrionali delle creste si mantiene l'affaccio panoramico più interessante.

    Certamente molto suggestiva la stessa escursione nel periodo invernale. Meravigliosamente il panorama sul crinale nord orientale che dalla Peschio delle Ciavole si può godere sul Monte Pozzotello.

  • Varianti e Alternative: Dalla Fonte del Pozzotello ansichè aggirare la cresta rocciosa del Peschio della Cornacchia si sale al Monte Pozzotello per evidentissime tracce di sentiero presenti sul versante di sfasciumi.
  • Tipo di Percorso: Escursionistico
  • Tipo di Tracciato: Antata e Ritorno
  • Difficoltà: E = Escursionisti
  • Note su Impegno e Difficoltà: Nessuna difficoltà alpinistica ed escursionistica di rilievo. Forse più impegnativo lo stesso giro se svolto in ambiente innevato.
  • Adatto ai Bambini: Fascia 11-14 anni
  • Tempo Totale Escursione (ore e minuti): 4.00
  • Lunghezza (Chilometri): 10.4
  • Dislivello Lineare: 200
  • Dislivello Totale Percorso (metri): 496
  • Cime o Quote Raggiunte: Monte Crepacuore (1997 m) Monte Pozzotello (1995 m)
  • Luoghi Particolari: -
  • Centri Visita e Strutture Ricettive: -
  • Condizioni della Segnaletica: Bollini bianco-rossi, sovrapposti in alcuni casi a bollini giallo-rossi. Tracce di sentiero molto ben evidenti.
  • Bibliografia:

    Carta Geografia Simbruini 1:25000 Edizioni il Lupo Aggiornata 2004

  • Previsioni Meteo della Zona:
  • Mappa del Percorso:
    Visualizza Monte Crepacuore da Campo Catino in una mappa di dimensioni maggiori
Letto 8870 volte Ultima modifica il Giovedì, 23 Agosto 2012 11:25
Giorgio Carrozzini

Consulente Web, Webmaster, nella costruzione di siti web di ogni dimensione ed importanza. Per passione gestore di numerosi siti di montagna. Giorgio ama andare in montagna esplorando el numerose possibilità fuori e dentro di se... questo è il suo Blog!

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.