Viaggiando con la Montagna Accanto...

Scritto da

Così è stato… un viaggio con la montagna accanto. Molti dei nostri lettori già conoscono Francesco Mancini. Anche se voi non lo conoscete lui certamente conosce voi… e se non vi conosce presto verrà a conoscervi come è venuto a conoscere me.

Francesco è stato uno dei miei lettori più accaniti… mi scriveva per ringraziarmi di quello che scrivevo, perché questo lo coinvolgeva e lo stimolava ancora di più ad andare in montagna.

Poi un giorno Francesco ha voluto conoscermi. Occasioni per andare in montagna insieme non si riusciva a crearne mai. Quale migliore soluzione per venire direttamente a trovarmi?
Francesco non si presenta mai a mani vuote… una bottiglia di vino a suggellare l’inizio della nostra amicizia.
Parlammo di montagna. Francesco era pieno di domande… il suo modo interrogativa mi lasciò completamente spiazzato. Io ero uno di quelli che sul sito se la cantava e se la suonava da solo. Lui invece voleva intrecciare rapporti, relazioni, amicizie.

Nel tempo Francesco fu ai margini della mia vita fino a quando non entrò a pieno titolo a far parte del “direttivo del Club 2000”. Titolo meritatissimo per tutto l’impegno che aveva profuso nell’organizzazione degli eventi e degli incontri dei soci.

In effetti, nessuno può negarlo, Francesco Mancini ha messo insieme tante di quelle persone che nessuno era riuscito a fare prima di lui.
Capacità organizzativa, tenacia, voglia i fare e di innovare, Francesco ha costruito pezzo per pezzo le occasioni di incontro fra i soci del Club 2000m.

Purtroppo però insieme alla carica di Responsabile della Newsletter sono arrivati i primi problemi. Poi qualche socio ha cominciato a far girare il malessere, gelosi della sua carica, gelosi della sua capacità di essere elemento d’aggregazione. Qualcuno lamentava che il suo modo si scrivere, di essere presente era troppo invasivo. D’altra parte lui era l’unico che si fosse offerto… una polemica in qualche modo … sterile.

Il malcontento serpeggiante ha girato per mesi, per anni e sentivo che Francesco ne soffriva. La sofferenza di chi pur avendo le ali per volare alto non riusciva a volare perché legato a terra da forti contrappesi... contrappesi all'italiana...

Così è nato il progetto EsplorandoX. Fra lo il serio e lo scherzoso ho proposto a Francesco la costruzione di un suo sito personale… non ha risposto di no…

Quasi un anno è trascorso per la costruzione del suo sito.
- Un sogno – Mi dice Francesco – un sogno che si avvera… la possibilità di mettere in linea i miei ricordi per dare una forma alle mie passioni per lo sport, la montagna, gli amici.

A lavoro quasi completato ne parliamo e gli chiedo: - Allora? Come è stata questa esperienza di costruzione di un sito web?

So bene che per lui è stato molto difficile. Francesco mi aveva anticipato di non aver particolari capacità con l’informatica. L’avevo tranquillizzato chiedendogli di fidarsi di me. Facciamo piccoli passi. Non esistono cose impossibili ma solo soluzioni da trovare.

E’ così che abbiamo fatto.

- Costruire il sito è stato rivivere i momenti più belli e importanti della mia vita. Rivedere le foto degli amici, rimettere ordine alle mia passioni.

- E’ proprio così…. - Gli dico, costruire un sito è un percorso di presa di coscienza del proprio se… - è come guardarsi ad uno specchio e dire … “ecco questo sono io”. E’ terapeutico e fa bene.

E mentre il malcontento dei soci del Club2000m cresceva anche il contenuto del sito aumentava. Trovavo stupefacente il numero di persone che era riuscito a coinvolgere, conoscere e incontrare Francesco nel corso della sua vita di montagna. Io stesso sono la prova vivente che lui ha cercato proprio me…
Questo è il suo modo di fare. Mentre io sono partito dal web per conoscere nuovi amici lui è partito dal mondo reale. Alzava il telefono e ti chiamava… - Voglio incontrarti… - Diceva...

Il sito web è completo, Francesco ora possiede un suo sito web dove può finalmente scrivere a piacimento della sua passione per la montagna ma soprattutto… per la gente di montagna.

Nella costruzione del sito non ha seguito nessuno dei parametri “canonici” che gli avevo proposto… Francesco ha una sua opinione, un suo punto di vista, una visione di come vuole trasmettere l’entusiasmo e la passione per l’escursionismo, la montagna, la mountain bike e lo sport più in generale.

E quello che ho scoperto (io che realizzo siti web per aziende e privati) è stato che spesso uscire fuori dai canoni non è poi così male… anzi è proprio quello di cui abbiamo bisogno, sono le persone come Francesco che aggiungono qualcosa di speciale, qualcosa di nuovo o mai visto prima.

Abbiamo visto foto di montagna, ricostruito video facendo le ore piccole, abbiamo giocato coi colori, cercato un’identità nel logo EsplorandoX. Francesco ha voluto il Monte Velino nel suo logo, una montagna che lo ha segnato numerose volte nel corso della sua vita.

Un’esperienza che mi ha aperto il cervello, lo ha messo in lavatrice e lo ha steso al sole ad asciugare…

A anche se lavorando in fretta abbiamo anche commesso qualche grossa cazzata… Ma abbiamo resistito fino alla vetta.
Per questo voglio fare i miei complimenti a Francesco perché costruire questo sito è stato per lui come salire una montagna (a lui l’informatica poi… in definitiva non piace… come posso biasimarlo…). E’ riuscito ancora una volta nella sua impresa.

Voglio poi ringraziarlo per avermi dato l’occasione di sviluppare per lui questo progetto e spero che questo sia per lui un nuovo inizio perché come si dice… si chiude una porta… si apre un cancello…
Vai avanti Francesco abbiamo tutti bisogno di te!

 

Visita il sito di Francesco Mancini - EsplorandoX - Montanga - Mountain Bike - Sport