Kit di pronto soccorso

Scritto da Elena Cardellicchio Martedì, 05 Giugno 2012 02:47

Un piccolo peso in più nello zaino che dovremmo imparare a considerare indispensabile

Affinché non debba mai servire ma…

Augurandosi che non serva mai, il kit di pronto soccorso può essere utile specialmente nel caso di piccoli incidenti ed è bene che almeno la metà dei componenti del gruppo ne siano provvisti. Siate sicuri che se non vi siete portati un kit di pronto soccorso quella sarà la volta in cui ne avrete bisogno: un taglio, una distorsione, un terribile mal di denti potrebbero rendervi spiacevole l’escursione quel tanto che basta per far passare in secondo piano panorami e bellezze naturali.
Ma di cosa deve essere provvisti un buon kit di pronto soccorso? Una risposta semplice non esiste.

Ovviamente potremmo avere necessità diverse se stiamo per affrontare un’escursione di un giorno oppure se ci prepariamo per un trekking di più giorni.
In entrambi i casi suggeriamo di personalizzare il proprio kit di pronto soccorso, poiché quelli che si possono trovare attualmente in vendita non prevedono tutti i medicinali considerati indispensabili. Spesso i kit di pronto soccorso venduti in commercio hanno un costo sproporzionato rispetto al valore commerciale dei suoi prodotti.

Kit di Pronto Soccorso per Escursioni Brevi:

  • Pomata antidolorifica per urti, strappi muscolari e distorsioni articolari
  • Aspirina / Antinfiammatorio secondo la propria tolleranza fisiologica
  • Garza sterile e nastro adesivo
  • Bende elastiche
  • Cerotti adesivi piccoli/medi/grandi
  • Cerotti a farfalla
  • Disinfettante
  • Crema protezione solare anti U.V.
  • Pacchetti di zucchero (per i cali ipoglicemici)
  • Kit per anafilassi (per curare gravi reazioni allergiche alle punture d'insetti)
  • Garze sterili per compressione o cotone idrofilo sterile
  • Telo alluminato
  • 1 Laccio Emostatico
  • Antispastico contro coliche intestinali (es. Imodium)
  • Confezione di Antidolorifico (es. Dolorfast)

Kit di Pornto Soccorso per Escursioni Lunghe:

In aggiunta al Kit per escursioni brevi vanno aggiunti questi materialiKit Pronto Soccorso

  • Guanti sterili
  • Fazzolettini umidificati disinfettanti
  • Antibiotico
  • Forbicine sterili
  • Lamette sterili
  • Ago e filo per suture
  • Pomata lenitiva per punture d’insetti
  • Cerotti per vesciche e calli

Per chi vuole soggiornare numerosi giorni in quota sopra i 3000 metri si consiglia di procurarsi tramite il proprio medico un diuretico e naturalmente di informarsi maggiormente sugli effetti dell’alta quota sulla fisiologia umana.

E’ buona pratica controllare prima di ogni partenza la scadenza dei medicinali contenuti nel kit, di rinnovare quelli scaduti e di ricambiare garze, cotone e bende almeno una volta l’anno.
Il tutto va conservato in una borsetta impermeabile o in mancanza di questa in sacchetti di plastica ed il tutto in una borsetta di tessuto ben chiusa evitando che i pezzi che compongono il kit se ne vadano in giro per lo zaino compromettendo integrità e sterilità dei materiali.
Lo scopo di chi va in montagna non è curare distorsioni o ferite, ma prevenire gli incidenti utilizzando tutti gli accorgimenti e le attenzioni possibili.  Avere un kit di pronto soccorso nello zaino è sicuramente indispensabile, ma è importante anche saperlo usare. Ogni alpinista dovrebbe seguire un corso di primo soccorso, oggi ne esistono molti organizzati dalle sezioni Cai o dalla Croce Rossa.

Letto 10591 volte Ultima modifica il Venerdì, 23 Agosto 2013 15:07
Altro in questa categoria: Tecniche per mantenere la rotta »