Escursione al Monte Miletto (2050 m) da Campitello Matese

Scritto da Domenica, 26 Agosto 2012 00:00

Premessa: Da Campitello Matese la vetta del Monte Miletto è un'escursione adatta anche ai giovani escursionisti. Una passeggiata non veramente entusiasmante per la presenza degli impianti e di un ambiente inquinato ed esteticamente deturpato. Peccato per il poco riguardo che si è avuto per questa montagna che pure con il suo versante orientale e i suoi panorami potrebbe essere il assai suggestiva.

Caratteristiche del tracciato: La presenza delle piste da sci è già di per se un sentiero vero proprio... un'autostrada della montagna che facilita certamente. Ci limiteremo a descrivere due possibilità di salita alla vetta con poche ed essenziali consigli.

Informazioni aggiuntive

  • Come Arrivare:

    Da Roma o da Napoli si percorre l'autostrada A1 fino al casello di S. Vittore. Usciti dal casello si gira a destra in direzione di S. Vittore del Lazio e si risale la SS 430 fino al bivio con la casilina in zona Taverna. Al bivio (grande rotonda) si gira a destra e si seguono le indicazione per Isernia. Si oltrepassa Venafro e seguendo la SS 85 si arriva in prossimità di Isernia. Senza mai lasciate la strada principale ci si trova incanalati sulla SS17 che conduce a Benevento. Quindi si prosegue fino all'uscita San Massimo. Qui si cominciano a trovare le indicazioni per gli impianti sciistici di Campitello Matese. A Campitello Matese si raggiunge l'estremità meridionale del campo in prossimità della Pinetina e della Stazione di Polizia dello Stato. Qui, dove possibile, si lascia l'auto.

  • Descrizione Percorso:

    Variante di Salita Direttissima al Monte Miletto (Occidentale)
    Dal Parcheggio dove abbiamo lascitao l'auto procediamo lungo la strada che conduce ad una paninoteca. Qui la strada asfaltata cessa proprio in prossimità delle piste da sci evidentissime. Si punta verso la stazione superiore della prima seggiovia. Oltrepassando la seggiovia si piega verso sinistra dove le piste da sci si inoltrano fra alti faggi. Si percorre la pista da sci su sfasciumi abbastanza percorribili e sul suo margine destro. Lentamente ci troviamo ai piedi dell'interessante circolo glaciale del Monte Miletto (forse l'unico elemento di interesse di questa montagna) puntiamo in direzione della linea di cresta orientale (sulla nostra sinistra) di questo muro roccioso. 
    Si passa non molto lontano dalla stazione  della seggiovia, un brutto casermone di cemento e lamiere. L'affaccio nel circolo glaciale ha un colpo d'occhio interessante ma non stupefacente.
    Osservando verso l'alto una struttura in legno vicino alla quale si vedono le antenne. Si procede in direzione della selletta poco sotto la casina di legno. Usciti in cima la casina di legno rimane sulla nostra destra e solo in quel momento emerge la vetta con la sua enorme croce bianca.

    Via di Salita Direttissima al Monte Miletto (Orientale)
    La seconda opzione di salita è meno diretta. Si prosegue dal parcheggio sulla sterrata che invece di salire direttamente sule piste da sci ssi muove verso la stazione inferiore della seggiovia che guardando il Monte Miletto si trova alla nostra sinistra. Si oltrepassa la stazione inoltrandosi sulle piste da sci che si inoltrano fra li alti faggi. Da qui si comincerà a salire in direzione di una poco evidente cresta. Intercettate le piste da sci si salirà fino alla stazione superiore della seggiovia. Da qui cominceremo ad ammirare il panorama sul Lago del Matese. L'ultima tratto di salita (ovvio) sul fianco della montagna si svolte su tracce di sentiero segnate con bollini giallo rossi a cui si è data poca manutenzione.

    Attenzione: queste vie di salita sono vietate durante il periodo invernale di apertura delle piste da sci  per salire al Miletto in invernale sarà necessario seguire una la via alternativa che sale dalla località Capodaqua.

    La vetta. Ci vorrebbe un capitolo a parte solo per la vetta, decisamente orrenda gode però di un interessante panorama sulla massiccio della Gallinola, sul Lago del Matese e sul più piccolo Lago di Gallo Matese.

  • Varianti e Alternative:

    Due le varianti descritte sopra sono più o meno equivalenti ma entrambe di scarsa soddisfazione sicuramente più entusiasmante la salita dal Lago del Matese.

  • Tipo di Percorso: Escursionistico
  • Tipo di Tracciato: Antata e Ritorno
  • Difficoltà: E- = Escursionisti -
  • Note su Impegno e Difficoltà: Impegno fisico complessivo modesto, escursione adatta anche a bambini di 8-10 anni se affrontata con la dovuta pazienza. Nssuna difficoltà ne di orientamento ne di tipo alpinistico.
  • Adatto ai Bambini: Fascia 8-10 anni
  • Tempo Totale Escursione (ore e minuti): 1.30
  • Lunghezza (Chilometri): 2.5
  • Dislivello Lineare: 590
  • Dislivello Totale Percorso (metri): 590
  • Cime o Quote Raggiunte: Monte Miletto (2050 m)
  • Luoghi Particolari:

    -

  • Centri Visita e Strutture Ricettive:

    Campitello Matese è pieno di Alberghi, Paninoteche e strutture ricettive. Quello che noi consigliamo è di spostarsi da campo degli impianti sciistici per andare a fare visita al Ristoro Baita "La Gallinola".

  • Condizioni della Segnaletica: Segnaletica con Bollino Giallo-Rossi solo sulla via di salita che passa per gli Impianti della Seggiovia (Via Direttissima Occidentale).
  • Bibliografia:

    I 2000 dell'Appennino - Alberto Osti Guerrazzi - Edizioni il Lupo - II Edizione

  • Previsioni Meteo della Zona:
  • Mappa del Percorso:
    Visualizza Escursione a Monte Miletto da Campitello Matese in una mappa di dimensioni maggiori
Letto 14620 volte Ultima modifica il Martedì, 04 Settembre 2018 13:56
Giorgio Carrozzini

Consulente Web, Webmaster, nella costruzione di siti web di ogni dimensione ed importanza. Per passione gestore di numerosi siti di montagna. Giorgio ama andare in montagna esplorando el numerose possibilità fuori e dentro di se... questo è il suo Blog!

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.