Sirino e Pollino

Premessa: il Parco Nazionale del Pollino, il più grande d’Italia, è fra i pochi che può vantare montagne di considerevole altezza, con ampi panorami sul Tirreno e sullo Jonio tra i millenari Pini Loricati nobilissimo simbolo del Parco.
Ultimo avamposto a Sud tra Calabria e Basilicata, con  vette che superano i 2000 m, il Parco del Pollino, racchiude un insieme di diversità, di contrasti, di aspetti  paesaggistici e naturalistici  incontaminati che associati ai valori culturali e umani presenti e gelosamente  conservati rende questi luoghi ancora unici ed affascinanti.  
Con i suoi panorami selvaggi, ai confini tra realtà e sogno, dove alba e tramonto assumono colori trascendentali, si impone come affascinante meta per tutti quelli che amano la montagna.  
Un viaggio nel Pollino è carico di significati, che vanno al di là della semplice escursione, ma diventa scoperta di un mondo, dove il territorio, gli animali e gli uomini che lo abitano appartengono a quel tempo che viene  scandito dalle leggi della natura.

Premessa: Il monte del Papa viene spesso chiamato monte Sirino ovvero il nome del gruppo montuoso. Una vetta anonima e molto arrotondata inserita in un contesto di montagne interessanti e poco conosciute. Poco attrattiva l'escursione per la via normale più interessanti invece gli altri percorsi che prevedono una conoscenza approfondita del territorio.

Caratteristiche del tracciato:  Il percorso qui proposto costeggia le piste da sci lungo sterrate facilmente percorribili (e solo in estate quando non sussiste il divieto di percorrenza sulle piste).
Scarsamente necessaria per questa via una segnaletica per la vetta.