Aforismi da Ricordare

Scritto da

In questa breve raccolta di aforismi e pensieri, nati dalla riflessione che scaturisce nel camminare in montagna, si condensa la summa del mio modo di vivere, di rapportarmi al mondo di provare sensazioni ed emozioni. Non si tratta di dogmi assolutistici, sono solo il frutto delle mie esperienze di vita.

Meraviglioso e brutale è il modo con il quale ti accoglie un vetta... che senza un compagno di avventure rimane pur sempre un freddo mucchio di neve e roccia.

Senza Data

(Ripensando al Corno Grande)

Un Freddo Mucchio di Sassi

Ho subito l'estrazione di un molare, non è stato affatto doloroso. Non ho sentito niente di niente. Ero agitato perché non provavo dolore. Qualche giorno dopo mi hanno suturato una cicatrice che non si rimarginava, ha fatto un male terrificante ma....

Ho trovato che il dolore è rassicurante, ti dice che in qualche maniera esisti ancora, hai la capacità di soffrire ancora ma anche di giorire ancora...

26 Aprile 2010

(Dolori passati, presenti e futuri)

Soffrire e Gioire

Non posso  salire una montanga in funivia, neppure in auto...  io devo cominciare dal basso, perché solo dal basso posso capire quanto sia alta una cima.

In effetti non è per la conquista della cima che mi muovo ma per sperimentare la lunghezza e la difficoltà del percorso.

28 Aprile 2010

(Del "Politically Correct")

Lunghezza del percorso...

Io penso che l'essere umano, il più delle volte "fa cose" ed intraprende "azioni" di cui non ha minima idea della loro "portata" ed importanza. Solo dopo averle realizzate capisce quanto gli sono costate di fatica, solo dopo nei propri ricordi le valorizza.

05 Giugno 2010

(Monte Vettore)

Di una cosa mi sono sempre stupito, di come fosse immenso il cielo sopra le montagne.

Pensiero Ricorrente Senza Data

(Il cielo sereno sulle Montagne)

Il cielo sopra le montagne...

Mai arrivare alle conclusioni prima che le conclusioni siano arrivate...

06  Giugno 2010

(Ripensando alle nubi sul  Monte Vettore)

06

La capacità di superare se stessi, le proprie paure, le proprie pigrizie, le incapacità sembra essere limitata in ogni uomo. E' un meccanismo di ingranaggi che ci ci impedisce in modo un "vero" cambiamento del proprio agire... Non possiamo aspettarci il cambiamento dalla Montagna, ne da noi stessi, ne tantomeno dagli altri...

9 Giugno 2010

(Aspettando tempi migliori...)

Aspettando tempi migliori

Walter Bonatti non ha mica letto i libri di Walter Bonatti per diventare Walter Bonatti...

Sii te stesso e finiscila di fare storie...

22 Giugno  2010

(Da un ragionamento di Marco R. - Tornando dal Monte Genzana)

Sii te stesso...

Hai visto amico mio, ho raggiunto il cielo passando per la terra.

Senza Data

(Ricordando il desiderio di volare...)

Il cielo passando per la terra...

Dall'inizio alla fine è stata un'improvvisazione continua. La montagna è anche questo, ci insegna che dobbiamo essere pronti alle scelte repentine e che a volte queste possono regalarti meravigliose escursioni o salvarti la vita.

 

23 Febbraio 2008

(Canalone dei Mezzi Litri)

Salendo a Cima del Lago

Di fronte alla morte si ferma tutto. Si ferma la nostra avidità, si ferma l'odio, si ferma il desiderio, si ferma qualunque stupida vanità umana... Di fronte alla morte si ferma il treno della vita come si ferma un uomo in vetta ad una montagna. Il raggiungimento di una vetta riporta le cose della vita  nella loro giusta misura.

 

 27 Aprile 2008

(Monte Amaro)

In vetta a Monte Amaro

 


Ultima modifica il Lunedì, 27 Agosto 2012 08:54
Giorgio Carrozzini

Consulente Web, Webmaster, nella costruzione di siti web di ogni dimensione ed importanza. Per passione gestore di numerosi siti di montagna. Giorgio ama andare in montagna esplorando el numerose possibilità fuori e dentro di se... questo è il suo Blog!