Sul filo dell'improvvisazione...

Scritto da Lunedì, 16 Dicembre 2013 13:45

Ecco, recuperato lo spirito d'un tempo. Metti le ali ai piedi e cominci a volare... dico si... volare... perché camminare sarebbe una parola troppo banale per descrivere quello che riesci a fare quando sei in forma. E' proprio la sensazione di “volare” quella che ti prende quando senti il rombo dei motori che scalpita nelle gambe. Metti un passo dietro l'altro quasi senza faticare.

Ooooh certo il fiatone viene anche a me... ma ti riprendi subito e sali con una velocità di tutto rispetto.

Non sai se e dove arriverai, poco importa, sfrutti tutte le energie per goderti il momento, l'aria fresca, il sole che ti scalda le spalle, il collo come in un massaggio tantrico.

 

Siamo io Massimo e Fabio, si scherza, si ride è un momento gioviale e il nostro obiettivo è la cima del Cafornia per la linea di Cresta Orientale. Dai 2000 metri in su la montagna è ricoperta di un bello strato di neve ghiacciata e non vediamo l'ora di arrivare. La salita fino a quota 2000 è regolare e senza grande affaticamento.

 

L'alta pressione atmosferica hanno fatto di questa giornata un momento perfetto. Dietro di noi si è formato un velo di nuvole basse e noi da sopra godiamo di quel panorama così raro durante l'anno.

Lo scrissi da qualche parte una volta, un panorama di questo genere lo riesci a vede una volta l'anno.... ecco, con questa uscita, mi sono già giocato la mia fortuna.

 

Le nuvole che salgono dalla piana di Avezzano faticano ad inseguirci, sembriamo lupi affamati di vette. Quando arriviamo sulla neve ghiacciata è un piacere camminarci sopra. E' croccante al punto giusto. Infilo i ramponi e finisco la salita fino in vetta.

 

Massimo e Fabio sono già arrivati e stanno mangiando. Io ho già mangiato per tamponare il calo degli zuccheri.


Ma non è quello che abbiamo fatto fino ad ora che conta qualcosa, è quello che stiamo per fare che darà un senso a tutta la giornata.

Le nuvole ci escludono la vista sulla valle. Scendere per la stessa via di salita sarebbe solo una noiosa formalità burocratica.

E' così che propongo nel mio stile più creativo un giro ad anello. Scendiamo dal Monte Cafornia fino al Colle del Bicchero, quindi ci infiliamo nella Valle Majellama e torniamo alla macchina ferma proprio davanti al suo imbocco.

Non ho mai unito Cafornia e Bicchero, un giro ad anello così lungo su queste cime sarebbe un momento inedito. Fabio non è mai stato in Valle Majellama, Massimo non ricorda ed è sempre pronto a nuove esplorazioni. Così, senza troppi tentennamenti si parte.


L'unica vera incognita è lo stato di trasformazione della neve, ma per una volta voglio essere fiducioso. Dalla cima del Monte Cafornia fino alla Cima del Colle del Bicchero il territorio è costituito da pianori di quota e cimette arrotondate, gli accumuli di neve possono nascondere una morbidezza inaspettata e … rognosa.

 

Il paesaggio è magnifico, la neve dura e croccante, non c'è neppure bisogno di indossare le ghette. Ho calzato i ramponi su uno scarponcino semirigido della Salewa. Non è esattamente l'ideale ma vado benissimo. Qualche nebbia prova a chiuderci la vista sul Cafornia ma rimaniamo estasiati sul panorama che si apre sulla Valle dei Briganti e la Val di Teve.

 

Scendendo dal Colle del Bicchero Fabio testa dei picchetti a fittone per l'assicurazione su neve e ghiaccio. Durante i test il fittone in alluminio 9000 a L (autoprodotto) sembra essere il più efficace rispetto al fittone tubolare (acquistato) in alluminio 5000.

Il ritorno alla macchina per la valle Majellama è una lunga passeggiata immersi nell'ombra gelida della montagna. Forse un po' noiosa e ci lascia le gambe completamente frollate. Eravamo usciti per la preparazione invernale. Ci siamo sparati 12 km di percorso su terreno misto percorrendo un dislivello di 1400 metri.

Siamo contenti e soddisfatti, soprattutto contenti d'aver scoperto che non eravamo poi così mal messi con l'allenamento.

 

Un'altra meravigliosa giornata in montagna.

Informazioni aggiuntive

  • Scheda Tecnica dell'Escursione:

    Scheda tecnica ancora non disponibile...